Trappitello: Barbagallo rischia la panchina.

Taormina. Momento delicato per il Trappitello calcio nel torneo di Prima Categoria. La squadra del presidente Salvatore Ferrara, nelle ultime tre partite, ha racimolato appena un punto e la gara di sabato, in programma al «Bacigalupo» contro la capolista Pistunina, sarà decisiva per la panchina «traballante» di mister Leonardo Barbagallo. Ma, non sono solo le sconfitte a portare malumore nell’ambiente nerazzurro. Dopo la battuta d’arresto casalinga (3-6) alla seconda di campionato con il Solicchiata, il portiere Salvatore Corvaia, in seguito a un pesante battibecco con l’allenatore, aveva deciso di prendersi un periodo di riposo. Nessun rappresentante del Trappitello ha cercato, da allora, di convincere il «guardapali» a tornare sui suoi passi e questo alla fine potrebbe costare caro alla formazione della «Perla dello Jonio». Corvaia, dati alla mano, è uno dei portieri più forti degli otto gironi siciliani di Prima Categoria e in tutti questi anni ha dato dimostrazione di serietà e professionalità. Delle sei reti incassate tra le mura amiche contro il Solicchiata, Corvaia ha responsabilità solo su un gol, ma sui restanti cinque a recitare il «mea culpa» dovrebbe essere tutto il reparto arretrato taorminese, «reo» di ingenuità e lisci clamorosi degni di qualche rubrica satirica. Il vicepresidente Felice Munafò ha intanto assicurato che «al più presto arriverà un difensore centrale di grande esperienza».