Il Savoca vince (2-1) il derby con il Ciumaredda.

Uno striscione dei tifosi del Ciumaredda.S. Teresa di Riva – Esordio amaro per la neo società Ciumaredda Accademy, nell’atteso derby dell’Agrò, contro l’Akron Sport Savoca. L’emozione del debutto, nel loro primo campionato di Lega, ha giocato un brutto scherzo ai ragazzi allenati da mister Carmelo Rigano, (alla sua prima esperienza in panchina), che hanno risentito più del dovuto della “partitissima” con il Savoca.

L’Akron Sport Savoca, priva di ben 5 titolari, (Pollino, Lo Conti ) per squalifica, Mantarro e Costa (infortunati), e del neo acquisto Giovanni Crisafulli, è sceso in campo, conscio delle proprie forze, con la giusta carica agonistica, grazie anche, all’esperienza trasmessa dal mister Alessandro Fleres, ha affrontato gli avversari con disinvoltura e tranquillità mentale. Alla fine, un Akron Sport Savoca, più cinico, rispetto ai padroni di casa, ha conquistato i prime tre punti del campionato.

Una cornice di pubblico delle grandi occasioni (era da tempo che gli spalti del Comunale di Bucalo non venivano presi d’assalto dalla tifoseria santateresina), accoglieva in campo le due formazioni, dirette dall’ottimo arbitro Abbate di Messina. Dopo un minuto di gara, il direttore di gara estrae il primo cartellino giallo, ammonendo il giocatore del Ciumaredda Onofrio Santoro, a dimostrazione dell’alta tensione agonistica dei 22 in campo.

Nella prima frazione di gara, nessun episodio da segnalare, a l di là, delle due marcature. Il Ciumaredda, nei primi 45’, non riusciva a imbastire valide manovre da impensierire il portiere ospite Sigillo. Bloccati psicologicamente, i ragazzi di mister Rigano, al primo vero affondo dell’Akron Sport Savoca, subivano la prima rete. Il centrocampo savocese, interrompeva un’azione del Ciumaredda, con Onofrio Trovato (ottima la sua prova), con un perfetto lancio in verticale serviva Daniele Nitopi, in uscita batteva il portiere santateresino Alessandro.

I padroni di casa protestavano per un presunto fuorigioco, a nulle sono valse le proteste nei confronti del direttore di gara. Una errata attuazione del fuorigioco, ha permesso all’attacco savocese di presentarsi davanti al portiere santateeresino con tre giocatori. Nemmeno il tempo di esultare che l’Akron Sport Savoca subiva il pareggio dei padroni di casa. Un difettoso rinvio della retroguardia savocese favoriva l’attaccante del Ciumaredda Enrico Santoro, con un preciso tiro mandava la sfera sul lato destro della porte difesa dall’estremo difensore ospite, Ernesto Sigillo, nell’occasione si infortunava. Due guizzi di Daniele Nitopi e di Enrico Santoro, hanno caratterizzato la prima fase di gara.

Nella ripresa, il Ciumaredda si presentava più determinato, tanto che nell’arco di 5’, con l’ottimo Sergio Casablanca, si rendeva pericoloso. Al 47’ dal limite l’attaccante santateresino, mandava di poco alto sopra la traversa. Si ripeteva qualche minuto più tardi, ma il bravo Marco Nicita (subentrato nella ripresa all’infortunato Sigillo) superava se stesso. Al 60’, il Ciumaredda tentava di perforare l’attenta retroguardia savocese, su calcio di punizione battuta da Vittorio, il cui tiro, forte e preciso superava la barriera, ma veniva intercettato dal portiere savocese, Marco Nicita.

Nel momento migliore del Ciumaredda, arrivava la doccia fredda per i sostenitori santateresini, il vantaggio dell’Akron Sport Savoca. Ancora una volta, protagonista Onofrio Trovato, al 70’ serviva un ottimo assist per Ezio Lo Giudice, l’attaccante savocese con estrema freddezza mentale, non in campo,superava in uscita il portiere locale Alessandro, realizzando, cosi, la rete del vantaggio dell’Akron Sport Savoca.

Il Ciumaredda, reagiva rabbiosamente, ma ogni tentativo veniva fermato dalla retroguardia savocese, pur priva di diversi titolari, a retto bene l’urto dei santateresini con i due quarantenni Alberto Impellizzeri e Giuseppe Lanza. Subita la rete, il mister Rigano, effettuava dei cambi, dentro Smiroldo e Luca Lo Giudice, nel tentativo di riagguantare il risultato, al di là, di qualche calcio di punizione dal limite il punteggio non cambiava.

Al triplice fischio finale, delusione e amarezza in casa del Ciumaredda per la mancata vittoria da dedicare al loro Presidente (Nino Santoro compiva gli anni) e esultanza tra i giocatori del Savoca che si abbracciavano a centrocampo per la vittoria nel primo derby della storia tra le due squadre.

CIUMAREDDA ACCADEMY 1  AKRON SPORT SAVOCA  2

MARCATORI: 40’ Nitpi, 44’ E. Santoro. 70′ E. Lo Giudice.

CIUMAEDDA:Alessandro, D’Agostino, Ferraro, Carnabuci, O. Santoro, Manganaro ( 80’ L. Smiroldo), Fleri ( 53’ Ricciardi), Vittorio, Franchina ( 80’ L. Lo Giudice), Casablanca, E.Santoro. All. Carmelo Rigano.

AKRON SPORT SAVOCA: Sigillo (46’ Nicita), Comandare, Smiroldo R., Trovato, Famulari, Ucchino (38’ Impellizzeri), Nitopi ( 64’ Crisafulli C.), Bongiorno, Nipo ( 50’ Lanza), Lo Giudice E., Di Natale. All. Alessandro Fleres.

AMMONITI:1’ Santoro, 73’ Manganaro, 75’ Carnabuci ( Ciumaredda). 63’ Impellizzeri, 75’ Lo Giudice E. ( Savoca).

ARBITRO: Abbate di Messina.

Di Mimmo Muscolino

Reportage fotografico della gara Ciumaredda – Akron Sport Savoca

I tifosi del Ciumaredda



la delusione di Franchina.