C2 – La Med. Nizza perde lo scontro salvezza per 5-2.

Il team della Mediterranea Nizza.PALERMO. Poteva essere la partita della svolta per la Mediterranea Nizza, ed invece è arrivata una sconfitta pesante per 5-2 contro il Trinakria, formazion palermitana che militava anch’essa nelle acque basse della classifica e che dopo questa vittoria prende una bella boccata d’ossigeno e lascia la formazione jonica a 6 lunghezze di distanza. L’incontro si metteva subito in salita per i giallorossi di Mister Parisi che dopo 10 minuti subivano un passivo di 3 a 0, preso lo schiaffo però la Mediterranea reagiva bene e iniziava a macinare gioco creando più di un’occasione da rete e chiudendo la prima frazione di gioco su l 3 a 1 grazie alla rete di Briguglio. Nel secondo tempo il portiere locale si rendeva protagonista di numerosi interventi e negava la gioia del goal a Modena e compagni, ma lo stesso Modena riusciva a penetrare la difesa del Trinakria e realizzava la rete del 3 a 2. Il pareggio sembrava a portata di mano, e l’agonismo in campo si faceva sentire difatti entrambe le formazioni avevano raggiunto il 5° fallo, ma l’arbitro senza nessun motivo non fischiava più falli a favore della Mediterranea che in più di un’occasione avrebbe potuto usufruire del tiro libero, giungeva cosi su una disattenzione difensiva la quarta marcatura per i locali. Nonostante lo svantaggio i giallorossi sprecavano sotto porta diverse palle goal, poi il fattaccio a 10 minuti dal termine, su un netto fallo di un difensore della Trinakria, l’arbitro dava il meglio di se, prima indicava il tiro libero per la Mediterranea poi, senza motivo, invertiva la decisione assegnando il tiro libero alla formazione Palermitana, le proteste degli jonici si facevano sentire e ne facevano le spese il difensore Saida e il Mister Parisi che aveva soltanto chiesto spiegazioni. Cosi dal probabile 4 a 3 si passava al definito 5 a 2. “Resta l’amarezza per la sconfitta giunta non per demerito nostro ma solo per incomprensibili errori arbitrali” dichiarava Mister Parisi a fine gara e aggiungeva “ i sacrifici fatti dalla dirigenza e da tutti i giocatori non possono essere vanificati solo per colpa del pessimo arbitraggio che non è il primo che abbiamo subito durante questa stagione, siamo stanchi di questi soprusi potremmo di ritirare la squadra dal torneo”Il prossimo incontro che si disputerà a S.Alessio sabato 22 Novembre, vedrà la Mediterranea ospitare la formazione palermitana Club 83.