Giovanissimi: ” Nino Raneri reclamo inopportuno”.

TAORMINA. «Sono un po’ imbarazzato per il recente  reclamo presentato dal Taormina calcio e visti gli ottimi rapporti che ci legano da sempre con l’Antillese, colgo l’occasione per chiedere scusa alla società del presidente Guglielmo Mastroeni»: sono le parole di Nino Raneri, responsabile per diversi anni del settore giovanile biancazzurro. Il sodalizio della Perla dello Jonio, come si ricorderà, aveva depositato alla Figc un esposto «storico» contro la formazione collinare, che in una gara del torneo Giovanissimi aveva utilizzato per 22 minuti un giocatore più piccolo rispetto alla categoria, ma il giudice sportivo, come previsto, ha omologato il risultato conseguito sul campo (2-0 per l’Antillese). Negli ambienti sportivi si è discusso parecchio del ricorso sulla partita dei Giovanissimi taorminesi, che ad Antillo sono stati accompagnati dal segretario dell’attività minore, Giancarlo Scevola. «Mi dissocio totalmente dal gesto degli attuali dirigenti biancazzurri – continua Raneri – anche perché, presentando un ricorso per l’utilizzo di un giocatore più piccolo, non ci si aggiudica la vittoria a tavolino, ma si danneggia solo con multe e squalifiche la società avversaria. Ai tempi in cui ero alla guida del settore giovanile, tutti i club, compreso il mio, hanno fatto giocare spesso atleti di categoria inferiore, ma non c’è stato mai alcun reclamo, perché l’obiettivo era solo quello di far socializzare i ragazzi delle varie squadre».