Respinto il reclamo dello Sportinsieme relativo alla gara contro la Robur: Confermato il risultato di 1-1.

Il Presidente dello Sportinsieme - Domenico SaglimbeneIl Giudice Sportivo della Lega Sicula, nel comunicato n. 203 del 22 gennaio 2009, ha respinto il reclamo dello Sportinsieme relativo alla gara contro la Robur disputa il 3 gennaio scorso, terminata sul campo 2 a 1 per la squadra santateresina.
Successivamente negli spogliatoi, dopo venti minuti, il direttore di gara comunicava ai capitani di aver annullato la rete, confermando il risultato di parità. Contro tale decisione, il Presindente dello Sportinsieme, Domenico Saglimbene aveva presentato reclamo chiedendo “l’assegnazione della perdita della gara alla Società Robur o, in subordine, la ripetizione della stessa in quanto viziata da un “errore tecnico” commesso dall’arbitro”.
Nel reclamo i dirigenti dello Sportinsieme fanno osservare che” il direttore di gara, avrebbe prima convalidato la rete del 2-1 segnata dallo Sportinsieme nella fase finale del recupero per poi comunicare, dopo una ventina di minuti ed all’interno degli spogliatoi, di averla annullata”. Nel reclamo esposto alla Commissione della Lega Sicula, il Presidente dello Sportinsieme scrive che “ tutto ciò a seguito delle minacce poste in essere nei confronti del direttore di gara dai tesserati della Società Robur, uno dei quali lo colpiva con un calcio”.
Tale motivazioni esposti dalla Società dello Sportinsieme non sono stati ritenuti sufficienti dalla Commissione Disciplinare di Palermo che esaminati gli atti ufficiali e il referto del direttore di gara: “in cui riporta che al 48′ del s.t.,ultimo dei minuti di recupero concessi, annullava per fuorigioco una rete realizzata dalla Società Sportinsieme, subendo, tuttavia, le proteste dei calciatori della Robur, convinti, nella concitazione del momento, che la rete fosse stata convalidata; raggiunti gli spogliatoi, ed a seguito delle proteste e delle minacce formulate dai dirigenti della Società Sportinsieme, l’arbitro convocava i capitani per chiarire loro il motivo dell’annullamento della rete.”
Dando conferma a quanto riportato dal direttore di gara la Commissione disciplinare ha deciso di: “Di respingere il reclamo avanzato dalla Società Sportinsieme addebitando alla stessa la relativa tassa; Di dare atto del risultato conseguito in campo”.