Misserio – Bastione: sospesa all’86’ sul 3-2.

Salvatore La Rocca, autore della prima rete del Misserio.SANTA TERESA DI RIVA – A 4 minuti dalla fine, l’arbitro, il signor Conti di Acireale, tra lo stupore generale abbandonava il terreno di gioco e prima di entrare negli spogliatoi dichiarava a quanti glielo chiedevano che non intendeva proseguire perchè in campo non c’erano i presupposti per continuare a causa delle continue proteste ad ogni sua decisione da parte dei calciatori ospiti. Misserio – Bastione finiva così, anzi, per la verità, non finiva affatto. Ma cos’era accaduto da far temere all’arbitro per la sua incolumità?. Al 30’ il Bastione passava in vantaggio con Pergola che in contropiede nel corpo a corpo con Pacher lo superava e batteva a rete in diagonale trafiggeva Miceli. Pacher ed i compagni protestavano perchè il milazzese si era portata la palla avanti con una mano, ma l’arbitro accordava il gol. Successivamente il Misserio reclamava anche un rigore. Nell’intervallo nello stanzino dell’arbitro deve essere accaduto qualcosa tanto che  il sig. Conti telefonava al 112 chiedendo l’intervento della forza pubblica. Nel frattempo nello spogliatoio del Misserio l’atmosfera si surriscaldava, con il calciatore Claudio Casablanca che veniva mandato a farsi la doccia per una divergenza con il mister Carmelo Brigandì. Nel frattempo la partita riprendeva, mentre giungeva la pattuglia della polizia municipale formata dal comandante Nino Scarcella e dal  vice  Angelo Giunta i quali, evidentemente, si aspettavano chissà quali tumulti, invece sugli spalti ed in campo tutto era calmo. La partrita scorreva, il Misserio pareggiava subito con La Roccama gli ospiti replicavano a stretto giro con Saporito. Il Misserio agguantava il pari con una punizione di Roberto Crisafulli sulla quale il portiere era fuori tempo. Il Misserio  ribaltava il risultato con un gol su doppio colpo di testa di Luchino che l’arbitro concedeva … a rate. Infatti fischiava prima che la palla fosse entrata in rete, per poi concedere il gol. All’82’ gli ospiti restavano in dieci per l’espulsione di S. Formica, mandato sotto la doccia per proteste. Poi a 4’ minuti dalla fine, con i locali in vantaggio, il direttore di gara rientrava negli spogliatoi dichiarando sospesa la partita. Che, dopo le minacce ricevute nell’intervallo, abbia deciso di continuarla pro forma? Adesso non resta che aspettare le decisioni che il giudice sportivo adotterà sulla base del referto arbitrale.   TABELLINO MISSERIO  – BASTIONE (sospesa all’86’ sul 3 – 2). Marcatori: 30’ Pergola, 47’ La Rocca, 52’ Saporito, 57’ Crisafulli, 69’ Luchino. Misserio: Miceli, Spadaro F, Crisafulli, Leo, Marinacci, Pacher, De Salvo (79’ Triolo), Spadaro A, Turiano, Luchino, Spadaro C. (46’ La Rocca). All: Brigandì.  Bastione: Formica G, La Rosa, Formica S, Ruggeri, Italiano (12’ Cutugno), Perdichizzi C, Chirico, Perdichizzi L, Pergola, Saporito, Sgrò. All: Galdino. Arbitro: Conti di Acireale.