Un grande Ciumaredda infligge la seconda sconfitta stagionale alla capolista Furci.

Enrico Santoro - CiumareddaS. TERESA DI RIVA –  Il Ciumaredda che non ti aspetti. I ragazzi di mister Carmelo Rigano, infliggono un secco 2-0 alla capolista Furci, scesa al Comunale di Bucalo, seguita da numerosi tifosi,  con l’unico obiettivo di portare a casa un risultato positivo. I ragazzi di mister Carmelo Fasolo, dopo la sconfitta di Coppa subita tre giorni prima, ad opera del Ciumaredda, volevano dimostrare che si trattava solamente di un episodio. Invece, il Ciumaredda non solo ha bissato il successo anche in campionato, infliggendo anche, una dura lezione alla capolista Furci. Un Ciumaredda grintoso, determinato  e con una gran voglia di vincere, a messo alle corde uno spento Furci,  impacciato e in balia dell’avversario. La squadra santateresina, soprattutto nella seconda frazione di gara, ha schiacciato i furcesi nella propria area di rigore, dominando in lungo e in largo la frastornata capolista incapace di reagire con valide manovre, solo su calci piazzati tentava il guizzo vincente.
Davanti ad un pubblico delle grandi occassioni, iniziava il primo tempo con i padroni di casa subito in avanti, al 7’ prima occasione con Lo Giudice, che sfruttava abilmente un errore del capitano furcese Palato, ma davanti all’estremo difensore ospite Andronaco, non riusciva a controllare bene la sfera facendosi parare il tiro.  Tre minuti più tardi, timida reazione del Furci con Prestipino, dal vertice dell’area piccola faceva partire un potente tiro che veniva intercettato da un difensore locale che deviava la minaccia fuori. Il Ciumaredda, con il passare dei minuti cresceva nel gioco, costringendo il Furci ad arretrare il proprio baricentro, grazie alla grinta di Vittorio e Lo Giudice, che sovvrastavano il centrocampo furcese. Nonostante il pallino del gioco in mano, il Ciumaredda non riusciva a trovare il guizzo vincente con i vari Casablanca, Santoro e Lo Giudice. Alla mezz’ora, il Furci  si affacciava nell’area di rigore del Ciumaredda con Muscolino che veniva fermato fallosamente al limite. Sul calcio piazzato, Cutroneo mandava la sfera all’incrocio dei pali, ma il portiere santateresino Rosani si allungava e con le punta delle dita mandava la sfera sulla traversa per poi cadere sul terreno di gioco, sulla respinta si avventava Muscolino, con il portiere fuori causa,  di testa mandava alto. Il primo tempo, sostanzialmente equilibrato, si concludeva sul punteggio di zero a zero.
Nella ripresa, un Ciumaredda più determinato e assetato di vittoria, si proiettava subito in avanti e al 48’si rendeva pericoloso su conseguente azione di calcio d’angolo. Dal corner Santoro pennelleva per la testa di Vittorio appostato sul primo palo, il tiro veniva rimbattuto e la palla arrivava a Lo Giudice che da pochi passi, incredibilmente mandava alto. La formazione santateresina, non demordeva e continuava in un asfissiante pressing, costringendo gli avversari di arroccarsi in difesa. Al 52’, Enrico Santoro dalla fascia destra metteva in area un pericoloso traversone costringendo l’esperto Danto a mettere in angolo. Al 55’ci provava Vittorio con una potente punizione dal limite. Ormai i ragazzi del Presidente Nino Santoro sono padroni del campo, con un Furci chiuso a riccio in difesa del risultato. Allora il mister Carmelo Fasolo, ricorre ai ripari, inserendo al 65’ Coglitore e Pino al posto di Prestia e Muscolino. I cambi, non portavano alcun beneficio alla squadra furcese, costretta sempre sulla difesiva dai padroni di casa. Al 69’ punizione di Vittorio per la testa del difensore Spadaro che di testa mandava di poco fuori. Nonostante l’assedio in area furcese, il Ciumaredda non riusciva a trovare il guizzo vincente per perforare la retroguardia ospite. Al 72’, i padroni di casa reclamavano un calcio di rigore per un atterramento in area di Lo Giudice, non concesso dal direttore di gara. Al 75’ il Furci si affacciava nei pressi dell’area avversaria con Lo Re che cercava dal limite di impensierire il portiere Rosani. Al 77’ dopo un lungo assedio, arrivava il vantaggio dei padroni di casa, grazie ad una prodezza  personale di Enrico Santoro, che dal limite dell’area, dopo aver stoppato la sfera di petto faceva partire un tiro a volo che si insaccava alla spalle del portiere ospite Andronaco, facendo esplodere la tifoseria del Ciumaredda. Sotto di una rete, si aspettava la reazione del Furci, che non arrivava. Anzi, al ‘85’ era il Ciumaredda a portarsi sul doppio vantaggio con Lo Giudice che finalizzava in rete un perfetto traversone di Ferraro. Era l’apoteosi per i ragazzi del Ciumaredda, di contro il Furci si innervosiva e nel giro di pochi minuti subiva tre ammonizioni. Al triplice fischio finale, esplodeva l’entusiasmo dei giocatori del Ciumaredda che ricevevano i meritati applausi della propria giovane tifoseria per il successo ottenuto contro la capolista, alla sua seconda sconfitta stagionale.

TABELLINO
CIUMAREDDA   2   FURCI   0
MARCATORI: 77’ E. Santoro, 85’ Lo Giudice.
CIUMAREDDA: Rosani, Spadaro, Mondello, Manganaro, Ferraro, Fleri, Moschella, Vittorio, Lo Giudice, Casablanca, Santoro. All: Rigano.
FURCI: Andronaco, Chillemi C., Danto, Palato, Niosi, Muscolino (65’ Pino), Lo Re, Cutroneo, Prestipino, Gianetto, Prestia ( 65’ Coglitore). All. Fasolo