Confermate le giornate di squalifica a: Filosa, Crementi, Cutroneo e Ciatto. Ridotta a Mortelliti.

SSD LIMINA 2008-09La Commissione Disciplinare della Lega Sicula accoglie parzialmente la richiesta formulata dalla Società SSD Limina avverso le squalifiche inflitte ai propri tesserati: Raimondo Mortelliti, squalificato per sei turni (gara Limina-Ghibellina del 25 gennaio) e GianMarco Filosa (quattro giornate), Thomas Crementi, Giuseppe Ciatto, Cristian Cutroneo (tre giornate) per la gara Itala- Limina del 1 Febbraio.L’appello della Società Limina, è stato parzialmente accolto per quanto riguarda il giocatore Raimondo Mortelliti, riducendo la sanzione disciplinare da sei a quattro giornate.
Ecco intengralmente la decisione intrapresa dalla Commissione Disciplinare:
“Al 48° del secondo tempo in seguito ad espulsione, per doppia ammonizione, il calciatore Mortelletti Raimondo assumeva un contegno irriguardoso nei confronti del Direttore di gara.La Società Limina calcio propone appello contro il provvedimento del Giudice Sportivo indicato in epigrafe perché lo ritiene sproporzionato rispetto a quanto accaduto e ne chiede una riduzione”
La Commissione Disciplinare, letto l’appello, esaminati gli atti ufficiali di gara osserva:
“La condotta posta in essere dal Mortelletti Raimondo è senz’altro deprecabile e censurabile e contraria a qualsiasi norma regolamentare e comportamentale ed è meritevole di un’adeguata sanzione. Esaminando attentamente l’episodio censurato va tenuto conto però che dal referto del direttore di gara non si evince chiaramente se il gesto compiuto era portato a compiere un gesto violento, limitandosi solo ad un contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro, circostanza che induce questo organo decidente a quantificare la dovuta sanzione come in dispositivo.
DELIBERA Di determinare a quattro le giornate di squalifica per il calciatore Mortelliti Raimondo.Senza addebito della relativa tassa reclamo.
Non è stata accolta la richiesta di riduzione delle squalifiche per Filosa, Crementi, Ciatto e Cutroneo, secondo la Società Limina “ squalifiche eccessive….. che i calciatori interessati erano intenti a difendere e soccorrere i compagni e non già ad offendere.
La motivazione adottata dal Limina non è stata ritenuta valida dalla Commissione Disciplinare, letti gli atti ufficiali di gara, osserva:
“Quanto riferito dall’appellante non trova riscontro negli atti di gara, che costituiscono piena prova dei fatti accaduti e del loro svolgimento.Il direttore di gara sostiene infatti essersi trattato di una furibonda lite di calci e pugni che coinvolgeva quasi tutti i giocatori di entrambe le Società.Le sanzioni appaiono adeguate alla condotto singolarmente attribuita a ciascuno dei calciatori interessati.
DELIBERA Di respingere l’appello coma sopra proposto e per l’effetto di addebitare la relativa tassa reclamo di Euro 130,00