SERIE CM – Caparena Letojanni partita persa e tre punti di penalizzazione.

Francesco Trimarchi - Caparena LetojanniLETOJANNI – Doccia fredda per il Caparena Letojanni che perde a tavolino la partita con la Pallavolo Messina, valida per la serie C maschile girone B, per l’errore di formazione commesso nel quarto set. Ma a causa delle intemperanze del pubblico dovrà scontare due giornate di squalifica del campo e giocare ulteriori due partite a porte chiuse. Inoltre è stata penalizzata di 3 punti e multata di 300 euro. Il presidente Salvatore Soraci ed il segnapunti Carmelo Bucceri squalificati per un mese, mentre l’allenatore Natalino Micalizzi dovrà rimanere fermo per due giornate. Mano pesante del giudice unico per i fatti di sabato scorso.
Ma la società non ci sta. Come è noto tutto è cominciato all’inizio del quarto set, sul risultato di 2-0, e con la squadra locale che conduceva per 2-1, il secondo arbitro si è accorto che la nota con la formazione presentata dall’allenatore Natalino Micalizzi, non era in ordine. Era, di conseguenza, indispensabile fermare l’incontro ma per sistemare le cose è stata necessaria una interruzione della partita di 39 minuti. Per l’errore, Micalizzi è stato espulso dal campo per un set. Alla fine, il gioco è ripreso. Sul campo la partita è stata vinta al tie break dal Caparena Letojanni, ma la vittoria, in seguito al reclamo della Pallavolo Messina, è stata aggiudicata a tavolino dal giudice unico alla squadra messinese che così torna in testa alla classifica con 33 punti mentre la squadra del presidente Salvatore Soraci precipita, con i tre punti di penalizzazione, al terzultimo posto con 10 punti.