La Robur nel mirino del Giudice Sportivo: squalificati due dirigenti. 200 euro di multa. Due giornate a Smiroldo.

Il Giudice Sportivo della Lega Sicula ha inflitto una multa di 200 Euro alla Società della Robur, relativa alla gara giocata in casa nell’ultimo turno di campionato contro il Trappitello. La motivazione adottata dal Giudice Sportivo: “Per non avere, propri dirigenti, adempiuto ai propri doveri di addetti al servizio d’ordine; nonchè per presenza di persone non autorizzate nello spiazzo antistante gli spogliatoi, che assumevano contegno minaccioso nei confronti dell’arbitro e tentato d’introdursi all’interno dello spogliatoio dello stesso”.
Inoltre, il Giudice Pietro Accursi ha squalificato per due gare il giocatore Gregorio Smiroldo e fino al 10 Marzo i dirigenti della Robur: Carmelo Laganà “ Nella qualità di addetto al servizio d’ordine, protestava nei confronti dell’arbitro” e Letterio Laganà “ per proteste nei confronti dell’arbitro”. E’ stato squalificato fino al 15 Marzo il dirigente del Real Giustra, Stellario Lo Nostro “ per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro, a fine gara”.
Per quanto riguarda gli altri provvedimenti disciplinari adottati dal Giudice Sportivo relativi all’ultimo turno di campionato sono stati squalificati i seguenti giocatori:
per due gare: Gregorio Smiroldo (Robur), Domenico Piliero (Victoria), Antonino Andaloro (Pistunina).
per una gara: Natale Vergani (Pistunina), Alessio Naccari e Salvatore Sanfilipo (Riviera dello Stretto), Carmelo Giacobbe (Real Giustra), Giuseppe Muzzetta (Victoria) e Angelo Lo Monaco (Solicchiata).