Automobilismo: ambiziosi i piloti siciliani. In gioco i coniugi alessesi Tino e Giuliana Leo.

Equipaggio impegnato nella prova di Savoca.Anche quest’anno saranno ambiziosi i programmi dei piloti siciliani impegnati oltre lo stretto, sebbene molti di loro debbano ancora definire i propri impegni agonistici. Si comincia dai rally, in cui è probabile la partecipazione al Tra (il Trofeo Rally Asfalto) del messinese Luca Costantino.
Nello stesso campionato si presenteranno con la Scuderia Sikelia anche i peloritani Filippo Bellini e Alessandra Gregorio. Per i coniugi di Sant’Alessio Siculo, Tino Leo e Giuliana Duro, portacolori della Sunbeam Motorsport, sembra esserci al momento in vista il trofeo monomarca riservato alle Ford Fiesta. Il milazzese Massimo Cambria leggerà invece le note al laziale Fabio Angelucci su una Citroën Xsara Wrc. Probabile la partecipazione nel Trofeo Clio R3 di Marco Runfola, cefaludese classe 1983, che dovrebbe affidarsi al preparatore palermitano Giovanni Tusa. Impegno di alto livello anche per la Scuderia Ateneo, nuovamente al via del campionato italiano con l’empolese Tobia Cavallini. Lo stesso sodalizio sarà presente nelle salite con l’altro toscano Davide Baldi, che porterà all’esordio nella serie nazionale la Lamborghini Gallardo Gt3, ed il bresciano Giulio Regosa, il quale disporrà della nuovissima Osella Pa30-Zytek.
Nel Civm ci sarà anche il trapanese Francesco Marceca, al volante di un’Osella Pa21S, mentre è in via di conferma la partecipazione del favarese Luigi Bruccoleri allo stesso campionato. In pista è certa la presenza del palermitano Vittorio Bagnasco nel Turismo Endurance, al volante di una Seat León schierata dal team ravennate Gdl Racing. In cerca di un posto nella F.3 tricolore è il termitano Salvatore Gatto, che in alternativa sta guardando alle ruote coperte. Sul fronte squadre, attesa al via della International F.Master c’è la Pro Motorsport di Salvatore Tavano. Il siracusano, oltre a vestire i panni del team manager, sta valutando un duplice coinvolgimento come pilota, dopo che l’anno scorso ha concluso il Gt Italiano in quarta posizione, cogliendo anche una vittoria a Valencia con la Ferrari F430.
Passando alle auto storiche, confermata la partecipazione di Maurizio Plano al campionato italiano rally. L’esperto palermitano disporrà di una Porsche 911 nei colori della Island Motorsport. Atteso al via della serie europea su un’altra vettura della Casa di Stoccarda c’è Totò Riolo; il cerdese punta anche alle salite nazionali con una Bmw. Programmi continentali per il Guagliardo Historic Team con cui correranno fra gli altri il titolare Domenico Guagliardo, Mario De Luca, Giacomo Giannone e Giosuè Rizzuto. Per Salvo Chiofalo, coordinatore del Gruppo Copiloti Siciliani, ci sarà un impegno nella serie europea come navigatore del torinese Franco Gay su una Porsche 2.0 e del monegasco Giancarlo De Filippo, con un’Alfa Romeo Gta J in varie prove internazionali tra i quali figurano il Tour d’Espana ed il Giro di Francia.