La Robur supera (3-0) il Pistunina e ritorna a sperare nella salvezza.

Giacomo Rossini  - Robur LETOJANNI – Con una magistrale prima frazione di gara la Robur conquista la sua seconda vittoria consecutiva in campionato(3-0) contro un Pistunina che nella ripresa colpisce una traversa e sbaglia un calcio di rigore. Tre punti fondamentali conquistati dai ragazzi di mister Barca che si portano, a due gare dal termine, a soli due lunghezze dal Giardini fermato sul pareggio dal Victoria, riaprendo sostanzialmente il discorso salvezza.Le prossime due partite saranno due finali per la squadra del Presidente Carmelo Laganà (Real Giustra fuori casa e la D. Gaggi in casa), sperando in un passo falso della squadra giardinese (Sportinsieme fuori casa e Solicchiata in casa), in modo di evitare l’ultimo posto in classifica (retrocessione diretta in seconda categoria), dispuntando i play-out e conquistare la “salvezza”.
Ritornando alla gara contro il Pistunina, si mette subito sui binari giusti per la formazione bianconera che al primo vero affondo al 4’ sblocca il risultato con Claudio Brugarello (quarta rete stagionale) che raccoglie un assist di David Garufi e senza alcuna esitazione batte il portiere ospite Privitera. Il vantaggio galvanizza i ragazzi di mister Barca che continuano a pressare gli avversari, storditi dal gol subito a freddo, non oppongono alcuna resistinza agli attacchi locali. Al 20’ arriva il raddoppio della squadra di casa con il centrocampista Davide Garufi. L’azione parte dall’attaccante Claudio Brugarello che si libera dalla destra e pennella un perfetto traversone per la testa di Garufi che manda la sfera all’angolino alto della porta difesa da Privitera. Era da tempo che la Robur nelle partite casalinghe non si trovava sul doppio vantaggio dopo 20’ di gara. In vantaggio di due gol, la Robur rallenta il ritmo della manovra, complice anche l’atteggiamento del Pistunina incapace di reagire allo svantaggio. Si conclude la prima frazione di gara senza altri sussulti degne di nota.
Nella ripresa il Pistunina si presenta in campo con più determinazione, tanto che dopo tre minuti, colpisce la traversa con un colpo di testa di Ficarra con il portiere Corvaia fuori causa. Primo campanello d’allarme per la Robur che subisce la reazione dei messinesi che continuano nel loro pressing nel tentativo di accorciare le distanze. Opportunità che capita al 60’, mischia in area della Robur, il difensore Camarda tocca con la mano il pallone: calcio di rigore per il Pistunina. Dagli undici metri si presenta il giocatore Perrone che incredibilmente fallisce la trasformazione. Nel momento migliore degli ospiti, la Robur al 70’ chiude in pratica la partita, mettendo a segno la terza rete con Crimi lesto a mettere in rete una corta respinta di Privitera su tiro del solito Brugarello. Ultimo sussulto della partita allo scadere con David Garufi che dal limite impegna in una difficile parata il portiere messinese Privitera. Al triplice fischio finale, entusiasmo dei padroni di casa per la vittoria conquistata che dà speranza ai sogni salvezza.
TABELLINO
ROBUR 3 PISTUNINA 0
MARCATORI: 4’ Brugarello, 20’ Garufi, 70’ Crimi.
ROBUR: Corvaia, Bucalo, Valastro, Raneri, Camarda, Barca, Lo Iacono, Moschella (67’ Marino), Brugarello (80’ Bucolo), Garufi, Crimi (75’ Rossini). All. Barca.
PISTUNINA: Privitera, Bonura R., Bonura D., Gennaro, Iacono (11’ Vlad), Aiello, Perrone A., Perrone G., Ficarra, Coppola, La Malfa.
Arbitro: Grasso di Acireale.