Finisce in parità (1-1) Mongiuffi – Mandanici, gli ospiti raggiunti in piena zona Cesarini.

Una formazione del Mandanici 2008-09LETOJANNI – Il Mandanici si fa raggiungere in piena zona Cesarini dal neo entrato Marzù buttando alle ortiche la prima vittoria esterna della stagione. Finisce in parità tra il Mongiuffi (al suo settimo pareggio casalingo) e un combattivo Mandanici. Giornata di caldo al comunale di Letojanni con il Mandanici senza il portiere titolare Savoca sostituito degnamente da Famà, Mongiuffi con il tridente Smiroldo,Tornatore e il capitano Longo A. diventato papà da alcuni giorni (al neo papà e alla mamma gli auguri della redazione di www.sportjonico.it).
Al fischio d’inizio dopo una fase di studio, il Mongiuffi  si fa pericoloso con Longo che lambiva il palo alla destra di Famà. Rispondeva la formazione allenata da Mario Carpo che trovava parecchi varchi sulla destra con Abate che falliva due occasioni: prima con un tiro dai 25 metri d’esterno che superava la traversa poi dal limite tirava alla sinistra dell’attento Curcuruto.
Le giocate dell’esterno Mandanicese fanno innervosire  il numero 18 Lo Giudice che commette  diversi falli che lo facevano anche ammonire, al 33’ del primo tempo il mister Marino lo richiamava in panchina per evitare un’espulsione, il giocatore non gradiva la decisione con un gesto di stizza buttando la maglia …….Al 40’ occasione dei padroni di casa con Smiroldo ma il tiro veniva parato da Famà senza alcuna difficoltà. Il primo tempo si concludeva sul punteggio 0 a 0. Nella ripresa i due tecnici ripresentavano le stesse formazioni. La voglia di vincere delle squadre fa subentrare nei giocatori un certo nervosismo, la gara diventava fallosa con il numero 4 del Mongiuffi Raneri che ne fa da padrone. A rompere l’equilibrio in campo al 60’ ci pensava Pantò che portava in vantaggio il Mandanici: azione di contropiede degli ospiti con Pantò tagliava tutta la difesa avversaria e con un tiro stupendo all’incrocio dei pali trafiggeva l’incolpevole Curcuruto. Rabbiosa reazione dei padroni di casa che al 64’ con un tiro del solito A. Longo costringeva al miracolo Famà.
Al 70’ gli ospiti spingono sulla sinistra con Arito ma la difesa intercettava e metteva fuori. Dalla rimessa ne nasce un diverbio acceso tra diversi giocatori, da lontano giungeva Smiroldo che nella foga colpiva  l’incolpevole Andolfo giocatore del Mandanici il quale  stava prodigandosi a i placare gli animi,l’arbitro prontamente riportava la calma ed espelleva Smiroldo  e ammoniva Arito ed Intellisano.
Ritornata la calma, il Mandanici sfiorava il raddoppio all’88 con il neo entrato Brigandi la cui conclusione sfiorava il palo. All’89’ ingenuità del giocatore del Mandanici, Sterrantino che a gioco fermo continuava nell’azione costringendo il direttore ad estrarre il secondo cartellino giallo con la conseguente espulsione .Come da copione “gol sbagliato gol subito”infatti nel prosieguo dell’azione in mischia arrivava il pareggio dei locali con Marzù a tempo scaduto che beffano il team del presidente Claudio Sturiale inimitabile per il grande spirito di sacrificio.
TABELLINO
MONGIUFFI MELIA 1 MANDANICI 1
MARCATORI: 60’ Pantò, 90’ Marzù.
MONGIUFFI MELIA: Curcuruto, Longo V., Puglia, Raneri, Santoro, Bucceri, Lo Giudice, Intilisano, Smiroldo, Longo A., Tornatore. All. Marino.
MANDANICI: Famà, Stracuzzi ( 29’ Ciatto), Andolfo (73’ Gilberto), Foscolo, Interdonato, Carpo, Arito (78’ Brigandì), Laganà, Pantò, Trimarchi, Abate (70’ Sterrantino). All. Mario Carpo.
ESPULSI: Smiroldo (Mongiuffi), Sterrantino (Mandanici).
ARBITRO: Giancarlo Messina di Messina.