A tempo scaduto Casella consegna la vittoria al Camaro.

MESSINA – Vittoria di rigore per il Camaro che ottiene i tre punti grazie a un penalty a lungo contestato dai pirainesi. L’azione in questione si svolge al 44′ della ripresa: su lancio di De Maria da destra l’arbitro ravvede gli estremi della massima punizione in merito a una presunta spinta di Veneroso ai danni di La Valle. Una decisione ritenuta eccessiva dagli ospiti che hanno a lungo protestato. Dal dischetto, il bomber Roberto Casella non sbaglia e mette a segno il gol partita.
Non è stato un gran derby dal punto di vista dello spettacolo e sicuramente le due contendenti hanno risentito del terreno di gioco particolarmente allentato dalle abbondanti piogge del weekend e per la tattica forse un po’ troppo rinunciataria degli ospiti, chiusi a riccio. Il Camaro si è schierato con il classico 4-4-2, modulo cambiato soltanto a un quarto d’ora dalla fine con l’inserimento di La Valle al posto di Crimi. Gli ospiti di Raffaele, privi di Platania e Spinella si sono presentati al “Celeste” con una formazione votata alla difesa con un 4-5-1 che mai ha impensierito il giovane portiere Paterniti praticamente inoperoso (chiamato a vestire la maglia di titolare all’ultimo momento per un provvedimento disciplinare nei confronti di Vittorio, presentatosi in ritardo al raduno pre-partita).
La gara è molto combattuta sulla linea del centrocampo partita maschia mai cattiva, la prima vera occasione per i padroni di casa è al 13′ su punizione di Assenzio dalla sinistra con spiovente in area testa di Cataldi a liberare Roccazzella appostato nell’area piccola controllo e tiro ma lo sgusciante attaccante angola troppo il sinistro e manda incredibilmente a lato. Il Due Torri si vede solo nel recupero con un tiro senza pretese di Nino Messina molto alto.
Nella ripresa il copione non cambia con i padroni di casa che provano ad impensierire Durante ma la difesa pirainesi fa buona guardia e rintuzza sulla linea dei sedici metri le incursioni ospiti. Al 7′ dal limite ci prova Roccazzella il suo sinistro impatta sulla schiena di Pistone e finisce di poco sopra la traversa. Al 20′ Pulejo s’invola sulla destra contrastato da due avversari ma viene atterrato a cavallo della linea bianca che delimita l’area di rigore per i padroni di casa è rigore ma l’arbitro non è dello stesso avviso e assegna una punizione da fuori area. La susseguente punizione di Campo crea qualche problema a Durante che respinge sulla linea bianca, Cammaroto prova la ribattuta ma la difesa manda in angolo.
L’unica azione pericolosa degli ospiti al 39′ con Lipari che s’incunea bene a sinistra ma conclude malamente a lato. Al 44′ l’azione già descritta del calcio di rigore. Nei minuti di recupero il Due Torri si riversa in avanti ma i giallorossi di Accetta difendono il prezioso vantaggio che consente di scavalcare al quarto posto proprio i pirainesi di Raffaele.
TABELLINO
Camaro 1 Due Torri 0
Marcatore: 46′ st Casella (rig.)
Camaro: Paterniti s.v., Crimi 6 (32′ st La Valle 6), Irrera 6, Cammaroto 6, Cataldi 6, Pulejo 6, Roccazzella 6, Assenzio 6,5, Pistone 6 (21′ st Casella 6), Di Salvo 6 (25′ st De Maria 6), Campo 6. All. Accetta.
Due Torri: Durante 6, Ignazzitto 6, Licari 5,5 (13′ st Guagliardo 6), Veneroso 6, Balsamo 6,5, Quattrocchi 6,5, Messina 5,5, Patti 6, Pandolfo 5 (10′ st Cerasuolo 5,5), Iarrera s.v. (10′ pt Re 6), Lipari 5,5. All. Raffaele.
Arbitro: Giglio di Acireale 5 (Sangiorgio e Calì di Catania).
Note: espulso al 50′ st Barresi dalla panchina, ammoniti: Crimi, Pulejo, Balsamo, Quattrocchi e Patti; angoli 2-1 per il Camaro; recupero 2′-7′.