Impresa storica dell’Antillese. Per la prima volta ai play off promozione.

Una formazione dell'Antillese 2008-09ANTILLO –  L’Antillese batte la capolista Real S. Venerina è si qualifca  per la prima volta nella sua storia ai play-off promozione per accedere alla Prima Categoria. Un traguardo impensabile alla vigilia del campionato, sognato nella prima parte del torneo, gradualmente sfumato a metà competizione, per conquistarlo definitivamente nella fase finale conquistando un meritato quarto posto. A mettere il sigillo alla storica qualificazione: i gioielli di casa Matthias Puglisi e  Brian Lo Conti e lo “straniero liminese” Kelvin Costa. Un successo che parte da lontano, facendo riferimento ad un famoso detto: “ chi semina raccoglie i frutti”.  A raccogliere il frutto della semina, un nome su tutti: Guglielmo Mastroeni, allenatore, dirigente, un vero uomo di sport, innamorato del suo “giocattolo” fatto tutto in casa, con enormi sacrifici economici, ma soprattutto familiari, sempre sui campi della riviera jonica per fare giocare e  gioire i suoi “pulcini, allievi, ragazzi e giocatori”. Il successo dell’Antillese, oltre a Guglielmo Mastroeni, un altro appassionato del mondo del pallone il direttore sportivo Nino Bartolotta, liminese doc, che ha scelto il progetto Antillese,qualche anno fa con tanto entusiasmo e passionalità. Due personaggi diversi tra di loro, ma punto di riferimento per tutti i giocatori, che hanno ricambiato sul campo a suon di gol e di vittorie, regalando un storico traguardo al proprio paese. Obiettivo raggiunto in una giornata particolare, contro la prima della classe il S. Venerina che dopo 5’ di gara si è dovuta inchinare alla voglia di vittoria dell’Antillese con Matthias Puglisi ben servito da Palella, insaccava alle spalle del portiere ospite Patanè, facendo esplodere la tifoseria locale che aveva accolto in campo i propri beniamini con un simpatico striscione “ Comunque vada è stato un successo”.  Galvanizzati dal vantaggio, i ragazzi di Mastroeni continuavano nel loro pressing sfiorando il raddoppio con Antonio Paratore. Al 32’ la capolista  con Alfio Russo ristabiliva la parità rimettendo nuovamente tutto in gioco. L’Antillese, non si perdeva d’animo per la rete subita e si proiettava in avanti sostenuta dal caloroso pubblico. Nella ripresa il tema tattico della gara non mutava, con i padroni di casa in avanti con la capolista che controllava lesinando qualche sporadica sortita in avanti. Dal primo minuto della seconda frazione di gara, mister Mastroeni, inseriva l’esperto Puglia al posto di Smiroldo per dare più incisività alla manovra della squadra che si rendeva pericolosa in due circostanze al 52’ e 63’ con l’onnipresente Matthias Puglisi. Al 74’ il terzo tentativo dell’attaccante antillese verso la porta catanese fruttava la rete del vantaggio,  grazie a Brian Lo Conti lesto a raccogliere una corta respinta del portiere Patanè sul tiro di Puglisi. Entusiasmo alle stelle sugli spalti per il vantaggio, la tensione è alta, i protagonisti soffrono, anche perché la capolista non ci stava a perdere, ma la gioia esplodeva definitivamente a quattro minuti dal termine quando Kelvin Costa su assist di Gianpiero Mastroeni metteva il terzo sigillo alla gara. TABELLINO ANTILLESE    3      REAL S. VENERINA   1 MARCATORI: 5’ Puglisi, 32’ Russo, 74’ Lo Conti, 86’ Costa ANTILLESE: Muscolino, Crupi, C. Lo Giudice, Palella, Smiroldo (46’ Puglia), Di Pietro, G. Mastroeni, Lo Conti, Puglisi, Paratore, S. Mastroeni (72’ Costa). All. Mastroeni. REAL S. VENERINA: Gian. Patanè, Grasso, Calì (46’ P. Patanè), Fiorentino (52’ I. Fichera), G. Fichera, Caggeggi, Giu. Patanè (72’ Finocchiaro), Trovato, Russo, Valeri, Petralia. All. Caniglia. ARBITRO: Saija di Messina.