Il Misserio rimonta il S. Alessio (1-1) e va in finale play-off con il Roccalumera.

Galleria Foto della gara. – ROCCALUMERA –  Sul neutro di Roccalumera si è disputata la semifinale dei play-off promozione tra il Misserio e il S. Alessio. Al derby  faceva di cornice un numeroso pubblico assistendo ad una buona gara giocata con  intensità da entrambe le compagine. Alla fine il risultato a premiato la formazione del Presidente Tanino Maggioloti che ha giocato gran parte della ripresa in dieci uomini per l’espulsione del portiere Miceli. Proprio l’espulsione del numero uno santateresino, a cambiato il volto della gara  fino a quel momento in mano al S. Alessio che in apertura di ripresa si era portato in vantaggio con il bomber Paratore.Correva il 47’ l’attaccante alessese  raccoglieva un ottimo assist di   Mangiò, penetrava in area e dall’estremità dell’area piccola faceva partire un bolide che si insaccava alle spalle di Miceli. Con il vantaggio degli alessesi, la partita fino a quel momento giocata correttamente dalle due squadre, improvvisamente s’infiammava, subentrava il nervosismo tra i giocatori, a farne le spese al 50’ il portiere santateresino Miceli.  Con il S. Alessio in avanti, il direttore di gara fischiava un fallo al limite dell’area del Misserio, scappava qualche parola tra i giocatori, riuniti intorno all’arbitro, improvvisamente il portiere Miceli abbandonava la propria porta dirigendosi verso i giocatori alessesi, in modo particolare dando una spinta con le mani a Bartorilla che cadeva a terra. Un gesto grave quello fatto dal portiere del Misserio, da condannare con il cartellino rosso,  allo stesso tempo da punire l’atteggiamento assunto dal giocatore del S. Alessio,  accentuando la caduta,  un gesto  sicuramente esagerato. Da li,’ è scoppiata una  baraonda generale  ( il gioco  è stato fermo per ben sette minuti) tra i giocatori e dirigenti nel tentativo di calmare gli animi. Nel parapiglia generale, oltre a Miceli, il direttore di gara espelleva il mister del Misserio, Carmelo Brigandi e  Alberto Trischitta del S. Alessio. Ritornata la calma, il Misserio con un uomo in meno, dopo l’espulsione di Miceli, a coprire il ruolo di portiere andava Leo che nel finale di gara è stato protagonista di una parata sul colpo di testa di Stracuzzi, ritrovata la carica agonistica giusta si proiettava in avanti. A riportare in parità la gara, ci pensava al 60’ con un’abilità personale di  De Salvo, partito dalla trequarti superato un avversario in velocità, giunto al limite dell’area faceva partire un bolide  che si insaccava all’angolino basso alla sinistra del portiere Trimarchi costretto ad inchinarsi alla prodezza dell’attaccante santateresino. Subito il pareggio, il mister alessese Peppe Mancuso, operava delle sostituzioni inseriva Garufi al posto di Bartorilla, Batti per Impellizzeri e il giovane Stracuzzi al posto di Padiglione.  Rispondeva Brigandi’,  toglieva  la coppia di attaccanti  Claudio Spadaro ed inseriva il difensore Pacher e Giuseppe De Salvo al suo posto Turiano. Terza sostituzione fuori La Rocca dentro Triolo. Cambiamenti tattici nel tentativo di difendere il risultato ma pronti a colpire in contropiede. La gara diventata vibrante con il S. Alessio proteso in avanti alla ricerca della rete. Al 66’ Giuseppe Mangiò impegnava il portiere-giocatore Leo su un calcio di punizione dal limite.Rispondeva il Misserio al 75’ con un colpo di testa di Luchino. Al 86’ ingenuità difensiva di Roberto Crisafulli, per poco non metteva nei guai il Misserio, per evitare il peggio il difensore al limite dell’area metteva giù  Paratore lanciato a rete.  Proprio allo scadere, il neo entrato Stracuzzi fa gridare al gol su un perfetto colpo di testa,  secondo i giocatori alessesi la palla  aveva  varcato la linea bianca prima dell’intervento di Leo. L’arbitro appostato a pochi metri non era dello stesso avviso, alla conclusione dell’azione fischiava la fine dell’incontro, a nulle le proteste dei giocatori nei confronti della terna arbitrale. A passare il turno è il Misserio che poteva contare su due risultati a proprio favore, invece, il S. Alessio nonostante la buona gara non è riuscito nell’impresa qualificazione sfiorando in due circostanze il vantaggio nella prima frazione di gara con Giuseppe Mangiò al 35’ dalla sinistra appena in area faceva partire un tiro a volo che stava per insaccarsi sotto la traversa, Miceli salvava la propria porta compiendo un miracolo mandando la palla in angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Impellizzeri,  Paratore dal dischetto del rigore spediva alto sopra la traversa. Al 39’ altro pericolo creato dal S. Alessio sempre con Mangiò la cui conclusione finiva di poco a lato. Tre fiammate del S. Alessio con un Misserio che stava a guardare. Nella ripresa, un’altro Misserio,  più vivace a svegliarlo forse, l’espulsione di Miceli. Adesso la squadra di mister Carmelo Brigandi’ in finale dovrà affrontare il Roccalumera per approdare per la prima volta della sua storia calcistica in Prima Categoria. TABELLINO Misserio 1 S. Alessio 1Marcatori: 48′ Paratore, 60′ De Salvo. Misserio: Miceli, Bonvegna, Crisafulli, Leo, Marinacci, Garufi, Ingalis, La Rocca (75′ Triolo), De Salvo (80′ Turiano)), Luchino, Spadaro C.  (70′ Pacher). All. Carmelo Brigandi’. S. Alessio: Trimarchi L., Trimarchi S., Pizzolo, Bartorilla (61′ Garufi), Tomasello, Lo Giudice, Sciarrone, Impellizzeri (70′ Batti), Paratore, Mangiò, Padiglione (75’ Stracuzzi). All. Peppe Mancuso Ammoniti: 10’  S. Trimarchi,  30’ Mangiò, 75’ Lo Giudice (S. Alessio), Crisafulli (Misserio). Espulsi:  50’ Miceli (Misserio). Arbitro: Calamuneri di Barcellona P.G. Assistenti: David Marcello e Luca Gregorio di Messina.