Parità (3-3) tra la Granitese e il Contesse. D’Arrigo protagonista.

Graniti – Finisce in parità l’incontro dell’ultima giornata di campionato tra la Granitese e il Contesse. Una gara emozionante che ha visto la rimonta della Granitese sotto di due reti al termine della prima frazione di gara. Nella ripresa la formazione allenata da Salvatore Mannino metteva in atto la rimonta, raggiungendo il pareggio,grazie alla doppietta di Sebastiano Calabrò e il sorpasso con la rete di Marano.
Il Contesse di mister Andrea Argento, a disputato una brutta gara una delle peggiori esibizioni dal punto di vista del gioco, è riuscita con il rotto della cuffia, dopo essersi trovata sul doppio vantaggio, a riacciuffare il pareggio con Guglielmo al sua prima rete personale. Il Contesse riusciva a sbloccare subito il risultato dopo sette minuti di gara con Andrea Argento. Verticalizzazione di Scarcella che lanciava sul filo del fuorigioco Andrea Argento, che si presentava davanti al portiere Prestipino che non riesce ad evitare all’allenatore- giocatore il 10°gol in campionato, l’11°stagionale se consideriamo il gol in Coppa.
Subita la rete la Granitese che era partita in modo davvero timido, alza il baricentro e comincia a presentarsi dalle parti del portiere D’Arrigo. Si scherza poco, il portiere del Contesse, con i suoi 63 anni evitava il gol in almeno tre occasioni. Prima su Marano che provava il diagonale ma D’Arrigo devìava in angolo. Sugli sviluppi dello stesso si superava sul colpo di testa di Brunetto e dopo in uscita toglieva la palla dai piedi di Calabrò che ormai credeva solo di dover appoggiare in rete la sfera. Intorno alla mezz’ora il Contesse si rendeva pericoloso con un tiro da fuori di Puleo. Al 36′, lancio di Micari,per Argento che tira sul secondo palo, il portiere respinge, ma sulla ribattuta arrivava  Schepis che depositava in rete il pallone del raddoppio. L’autore del gol dopo qualche minuto si fà male e deve abbandonare il campo. Con l’uscita di Schepis cambia la partita. Senza Schepis che è abile a giocare tra le linee, rifornire gli attaccanti e ad inserirsi in zona gol, il Contesse non riusciva a  proporsi in avanti, causa la scarsa vena degli esterni Golino e Brigandì S.
Nella ripresa D’Arrigo lascia il posto al giovane Fioriglio. L’esperienza e la sicurezza del numero uno del Contesse nei momenti cruciali dell’incontro era senz’altro utile. Fioriglio avrà tanto tempo davanti a sè per ritagliarsi i suoi spazi, magari sabato sarebbe stato meglio attendere per regalargli una presenza in campionato. In apertura di ripresa il Contesse sfiorava il 3-0 ma Prestipino fà miracoli sulla punizione di Puleo. Al 67′ Barbaro è in ritardo su Marano che và giù ed il sig. Messina decretava il penalty. Calabrò calcia centralmente ma la palla entra in rete. Due minuti dopo, tiro da fuori dello stesso Calabrò che sorprendeva Fioriglio. Neanche il tempo di accusare il colpo e organizzarci che Marano scappava sulla sinistra entrava in area e trafiggeva Fioriglio in uscita con un pallonetto.
Subito il sorpasso mister Argento inseriva una punta, Gugliemo, al posto del difensore, Barbaro. E lo stesso Guglielmo al 93′ trova il suo primo gol in carriera sfruttando un assist di Argento concretizzando così la pressione costante del Contesse nell’ultimo quarto d’ora alla disperata ricerca del pareggio che vale l’aggancio al 7° posto in coabitazione con il Ciumaredda (se si considera che a parità di punti vale lo scontro diretto……).
Sperava in una conclusione di campionato diversa mister Andrea Argento: “ Mi resta da capire in questo finale di stagione se il mio Contesse è la squadra vista sabato a Graniti(ma potrei dire anche quella vista a Furci, a Roccalumera all’andata in occasione dell’esordio o quella di Alì) oppure – continua nella sua riflessione Andrea Argento – la squadra che ha giocato con autorità col Mongiuffi, che ha mostrato carattere nella doppia sfida con il Ciumaredda, che ha soffocato la Peloro Annunziata fuori casa, che ha uscito l’orgoglio con il Riviera Sud e divertito con un gran calcio contro il Motta. Di sicuro ho capito cosa manca a questa squadra per fare il salto di qualità. Nei prossimi mesi lavorerò in questo senso. Il Contesse che sarà ai nastri di partenza nella prossima stagione sarà una squadra che arriverà fino in fondo.

Calcio Granitese-Fc Contesse  3-3  (0-2) Marcatori: 7′ Argento(C), 36′ Schepis(C), 67′ Calabrò rig.(G), 71′ Calabrò(G), 75′ Marano(G), 93′ Guglielmo(C) Granitese: Prestipino ,Puglia (69′ Savoca), D’Amore, Mannino G., Marano, Nuciforo (73′ Parlavecchio), Lo Giudice, Molino, Brunetto, Calabrò, Lo Giudice. All.: Mannino Salvatore Fc Contesse: D’Arrigo (46′ Fioriglio), Billè, Scarcella, Puleo, La Spina, Barbaro (77’Guglielmo), Micari, Schepis (39′ Corsaro), Brigandì S. (69′ Enea), Argento, Golino. All.: Argento Andrea Note: Ammoniti Argento(C) e Micari(C) per proteste, Scarcella(C) e Lo Giudice(G) per gioco falloso