Messina Sud Primi Calci: Campione Regionale 08/09.

Il Messina Sud si è laureato Campione Regionale 2008/2009 nella categoria Primi Calci. I ragazzini terribili del Presidente Lillo Trimarchi e del tecnico Andrea Argento hanno letteralmente sbaragliato la concorrenza nella manifestazione organizzata dallo C.S.E.N. ad Agrigento, al centro sportivo “La Pinetina” il 9 ed il 10 Maggio, davanti ad una cornice di pubblico tipico delle grandi occasioni. I “Piccoli Amici” giallorossi dopo aver dominato il proprio girone eliminatorio battendo nell’ordine l’Arcobaleno Palermo, la Ludos Alcamo ed il Rakalmuto, hanno avuto accesso direttamente alle semifinali dove hanno eliminato il forte Invicta Amangione di Agrigento con un secco 3-0 dopo una gara emozionante ma messa subito in discesa grazie al gol in apertura di Spadaro, capocannoniere della manifestazione con 6 gol in 5 partite. Nella finalissima, i giovani peloritani hanno nuovamente affrontato la Ludos Alcamo, ma il risultato è stato il medesimo del girone eliminatorio coronando così una stagione che ha visto i Primi Calci del Messina Sud imbattuti e già trionfatori nei memorial Totò Cottone e Dejan Drago organizzati dall’A.I.C.S. Tutta la soddisfazione per l’impresa è nelle parole del Team Manager Francesco Scopelliti: “Sapevo che avevamo un gruppo forte sul quale investire per il futuro, ma adesso sono convinto che ci possiamo davvero considerare una importante realtà del calcio giovanile messinese”. Nella stessa manifestazione, il Messina Sud è riuscito ad ottenere inoltre il quarto posto nella categoria Pulcini ed il terzo in quella Esordienti a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto dallo staff di tutta la Scuola Calcio.      1) Messina Sud Primi Calci 2008/2009: Prima fila in piedi da sx: Andrea Argento(Allenatore), Francesco Scopelliti(Team Manager), Giorgio La Spina(Collaboratore), Cosimo Micari(Collaboratore). Seconda fila in piedi: Antonino Misiti, Tommaso Scopelliti, Simone Rotella, Manuel Mannino, Michael Selvaggio. Terza fila seduti: Fabio Cordaro, Emanuele Muscarà, Alessandro Spadaro.