Pippo Vitale: ex allenatore giovanili del Taormina è critico sull’operato della Società.

Taormina.  «Il settore giovanile del Taormina, quest’anno, poteva essere organizzato meglio»: a parlare è Pippo Vitale, ex allenatore della società biancazzurra. «Ai miei tempi – continua Vitale – buona parte dei giocatori del vivaio finivano in prima squadra, senza dimenticare che alcuni di essi, come Maurizio Nassi e i fratelli Espinal, hanno anche giocato in Serie A. In questi ultimi anni, invece, non ho visto grandi risultati, anche perché tutti, ormai, si inventano responsabili tecnici del settore giovanile. Io, ad esempio, non avrei mai presentato, come hanno fatto i Giovanissimi del Taormina con l’Antillese, un reclamo contro un team avversario perché ha schierato due giocatori più piccoli rispetto alla categoria: si fa solo danno ai ragazzini senza trarne alcun profitto. A questo comportamento antisportivo è abituata anche una società della Valle dell’Alcantara. Per quel che riguarda il contributo economico di 250 euro richiesto ai bambini della scuola calcio, in contrasto a quanto scritto nella convenzione firmata al Comune dal presidente, dico solo che il Taormina ha sbagliato, ma è anche vero che le spese da sostenere, oggi, sono tante. La possibile affiliazione del Taormina con la Roma? E’ solo un’operazione di marketing, visto che i campioncini in erba saranno costretti ad acquistare il costoso kit d’abbigliamento, diversamente a quanto succede con l’Inter, club di cui mi onoro di essere osservatore per la Sicilia».