Il Ghibellina in vendita. Crisafi molla tutto.

Terremoto in casa Ghibellina. Come un fulmine a ciel sereno la decisione del presidente Nicola Crisafi di tirarsi fuori dalla mischia e mollare tutto. La notizia è maturata ieri l’altro in tarda serata, si sperava in un ripensamento da parte del massimo responsabile della società, ma la notte non ha fatto cambiare idea a Crisafi che, a quanto pare, rimane ben saldo sulle sue posizioni. Molla tutto e mette la società in vendita. Chi dovesse essere interessato al titolo di Promozione può farsi avanti al più presto possibile perché Crisafi è deciso a far scomparire la squadra dagli elenchi della Figc se non dovesse trovare un offerente.
La decisione più volte manifestata nel corso dell’estate sembrava scongiurata con l’iscrizione in extremis al torneo di Promozione, ricordiamo che il Ghibellina ha appena vinto il torneo di Prima categoria, poi la scelta del tecnico nel segno della continuità con l’affidamento della conduzione tecnica a Giovanni Galletta che è stato secondo di Pasquale Rando. Ieri sera, inoltre avrebbe dovuto esserci la presentazione della squadra in un lido della riviera nord, prima della preparazione precampionato fissata per domani al Marullo.
È una decisione sofferta ma inevitabile, – dichiara Crisafi – dopo attenta valutazione e vista l’impossibilità di mantenere fede agli impegni economici che un torneo di Promozione comporta per completare un torneo ho deciso di farmi da parte prima ancora che inizi il campionato per dare anche la possibilità a qualche altra società messinese di poter sfruttare la possibilità di approdare sin da subito in Promozione. È chiaro che intendo recuperare quanto versato in Lega e le spese sostenute a tutt’oggi, se ciò non dovesse accadere non ho nessuna difficoltà pur con la morte nel cuore a far scomparire il Ghibellina dai quadri federali».
Sin qui il presidente che come traspare dalle sue parole sembra deciso a mollare, a quanto pare il massimo responsabile ha cercato di contattare la Lega ma visto anche il periodo estivo non è riuscito a mettersi in contatto con alcuno. Da domani si attiverà, per informare i massimi esponenti federali della decisione presa.