Incredibile sconfitta del Taormina: da 2-0 a 2-3.

Incredibile regalo del Taormina che si priva del primo meritato successo in campionato con venti minuti di follia. La squadra allenata da Musumeci ha meritatamente condotto la gara per 70’, con un doppio vantaggio che era poca cosa rispetto a quanto visto in campo.
Nel rocambolesco finale, invece, mentre i padroni di casa perdevano la bussola, gli ospiti sono cresciuti, trovando larghi spazi nella metà campo avversaria e colpendo ripetutamente hanno siglato tre gol e possono recriminare su una traversa che ha respinto una quarta possibile segnatura. Difficile dire cosa abbia determinato un simile stravolgimento: Musumeci ha provato pure ad inserire forze fresche alla metà della ripresa, ma forse proprio i cambi hanno determinato una modifica dello schieramento che ha facilitato il recupero degli avversari.
Sulle segnature dei quali permangono anche seri dubbi circa le decisioni arbitrali: al 72’ infatti l’arbitro ha concesso un punizione indiretta in area taorminese per un presunto gioco pericoloso di un difensore che stava rinviando mentre più grave sembrava il comportamento dell’attaccante ospite che aveva pericolosamente abbassato la testa per cercare di impossessarsi della palla. Anche sull’azione che ha portato al rigore del pareggio il Taormina recrimina per un fallo subito da un difensore ad opera di Piuma che ha poi proseguito verso l’area colpendo il braccio di Manforte con il suo cross al centro.
PRIMO TEMPO:La cronaca si apre con l’immediato vantaggio taorminese. Al 3’ un lancio in profondità trova Buda pronto in area a controllare e a mettere in rete. Al 31’ dopo un rimpallo favorevole Prestipino prova a raddoppiare ma il portiere respinge, ribatte Nava ma anche in questo caso il tiro è respinto da un difensore e l’occasione sfuma. Al 33’ Buda viene atterrato dal portiere e Nava trasforma il conseguente rigore.
SECONDO TEMPO:Nella ripresa al 72’ gli ospiti accorciano grazie ad una punizione in area conclusa da Ardizzone che trova un varco nella barriera. Al 78’ Piuma fugge sulla destra liberandosi con una spinta di un difensore arriva a crossare e la palla colpisce il braccio di Manforte che cerca di contrastare l’attaccante. Ardizzone trasforma il rigore e gli ospiti continuano a dominare in campo. Al 90’ Piuma viene servito ancora sulla destra, entra in area e supera l’incolpevole Vittorio. Il Taormina precipita nella disperazione e l’assalto finale alla porta avversaria è inutile .
Taormina 2 Spar Calcio 3
Marcatori: 3’ Buda, 33’ Nava (rig.), 72’ e 78’ (rig.) Ardizzone, 90’ Piuma.
Taormina: Vittorio, Cutaia, De Salvo (79’ Scandura), Mannino, Stracuzzi, Monforte, Buda , Mondello, Prestipino (61’ Bri guglio), Nava (68’ Filosa), D’Amico. All. Musumeci.
Spar Calcio: Strano (51’ Di Benedetto G.), Scuto, Di Benedetto F., Viglianisi, Di Rienzo, Anastasi, Castro, Messina (46’ Fassari), Ardizzone, Piuma, Papaserio (46’ Russo). All. Inastasi.
Arbitro: Petruzzelli di Siracusa