Pol. Antillese: penalizzata di 6 punti in classifica.

Pesante tegola per la Polisportiva Antillese da parte della Giustizia Sportiva che infligge alla Società del Presidente Guglielmo Mastroeni una sanzione disciplinare a carico dello stesso  e del dirigente Sebastiano Mastroeni ( entrambi  6 mesi di inibizione) e 6 punti di penalizzazione in classifica per irregolarità relative alla stagione 2008-09, oltre all’ammenda di Euro 1.000,00.
Questo quanto deciso dalla Commissione Disciplinare nella seduta del 13 ottobre scorso, presieduta dal Presidente Mario Fiore nei confronti  di :  Mastroeni Guglielmo (Presidente Pol. Antillese),Smiroldo Salvatore (Dirigente Pol. Antillese), Mastroieni Sebastiano nato il 07 Settembre 1988 (Calciatore  già tesserato A.S.D. Campagnola di Gemona (Ud),  Società Pol. Antillese  (Me) e laSocietà A.S.D. Campagnola (Gemona Udine).
I motivi di tale decisione? Nella scorsa stagione sportiva la Società Antillese avrebbe fatto giocare un tesserato – Sebastiano Mastroeni –  in posizione irregolare e  in ben nove gare del campionato di Seconda Categoria. Il giocatore in questione risultava essere tesserato contemporaneamente con un’altra Società del Nord Italia, “A.S.D. Campagnola” di Gemona in Provincia di Udine.
L’udienza dibattimentale si è tenuta lo scorso 29 Settembre, dove era presente il solo Guglielmo Mastroeni ha esposto, in qualità di Presidente della Pol. Antillese, la sua memoria difensiva  direttamente davanti alla Commissione Disciplinare.
Tesi difensiva di Guglielmo Mastroeni: “ di non essere stato a conoscenza che il calciatore Mastroieni Sebastiano era vincolato con la società “A.S.D. Campagnola” anche, perché, quest’ultimo successivamente ha dichiarato di essere stato svincolato”.
Tesi difensiva di Salvatore Smiroldo: “  di aver firmato le distinte gara senza conoscere la irregolarietà del tesseramento del calciatore Mastroieni Sebastiano”.
Tesi Difensiva “Asd Campagnola: “ la società “A.S.D. Campagnola ha prodotto memoria difensiva, sostenendo di aver a suo tempo tesserato il calciatore Mastroieni Sebastiano il quale, dopo avere disputato per la predetta società alcune partite, si è reso irreperibile. Non ha saputo mai dove il predetto calciatore si fosse trasferito né l’attività che svolgeva. Dette circostanze hanno indotto la scrivente società ha provvedere alla svincolo del calciatore interessato al caso in esame (ai sensi dell’art.107 N.O.I:F. campionato – Carnico) come da C.U. n°50 del 3 Aprile 2009 – Delegazione Distrettuale di Tolmezzo.
Secondo  la Commmissione Disciplinare “ i motivi addotti a difesa dai Sig.ri Mastroeni Guglielmo e Smiroldo Salvatore non sono esimenti delle responsabilità loro ascritte, giusto quanto previsto in materia dalle norme regolamentari federali. La società A.S.D. Campagnola ha subito un danno dall’operato del calciatore Mastroieni Sebastiano e non ha partecipato all’illecito consumato, attinente l’irregolare tesseramento del calciatore in esame interessato, in favore della società Pol. Antillese. “
Il verdetto finale: Al termine dell’udienza la Commissione Disciplinare presieduta da Mario Fiore ha emesso il seguente verdetto:

Di ritenere responsabili dei capi di imputazione loro ascritti, di cui all’atto di rinvio a giudizio debitamente notificato agli interessati, in epigrafe indicati e singolarmente specificati, infliggendo:
al Sig. Mastroeni Gugliemo (Presidente Pol. Antillese)  la inibizione, per  mesi 6 (sei) ed al Sig. Smiroldo Salvatore (Dirigente Pol. Antillese) la inibizione per mesi 3 (tre) entrambi ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo19 punto 1 lettera h) C.G.S.
al calciatore Mastroieni Sebastiano (già tesserato per la A.S.D. Campagnola e successivamente per la Pol. Antillese, la squalifica a tutti gli effetti per mesi 6 (sei)
alla società Pol. Antillese l’ammenda di €1000,00 (mille) e la penalizzazione di 6 (sei) punti nella classifica del campionato di competenza stagione 2009-2010
per la società A.S.D. Capagnola non luogo a procedersi per i motivi di cui in narrativa