Desport Gaggi 3 M. Nizza 1

La Desport Gaggi impone la legge del “Valentino Mazzola” è conquista i tre punti in palio contro una Mediterranea Nizza che si è svegliata solo nel finale di gara. Non è stata una bella partita tra due formazioni che si temevano reciprocamente  tanto che nei primi 20’ di gara il gioco ristagnava nella zona nevralgica del centrocampo, pur se i ragazzi di mister Saro Cannata dettavano il ritmo del gioco, non riuscivano a perforare la retroguardia nizzarda che ripartiva con rapidi contropiedi. 
Nell’equilibrio generale occorreva un episodio per poter sbloccare il risultato che arrivava alla mezz’ora con la concessione di un calcio di rigore per un fallo di mano in area della M. Nizza. Dagli undici metri si presentava il bomber Luca Brunetto che insaccava alle spalle di Campagna. I ragazzi di Mimmo Ucchino cercavano di reagire ma non riuscivano ad imbastire manovre valide tanto da creare pericoli alla porta di Adornetto. Nella ripresa, Mimmo Ucchino inseriva sin dal primo minuto Repici al posto di Lisci.
Al 61’ arrivava il raddoppio di Sterrantino che metteva in  rete una tiro di punizione dalla lunga distanza. La Mediterranea Nizza accusava il colpo, non riusciva a sbloccarsi e trovare il ritmo per imbastire manovre offensive per accorciare le distanze.  A metà della ripresa, Ucchino inseriva Romeo e Tella al posto di Mento e Tella. La manovra della Mediterranea diventava più sciolta ma erano i padroni di casa all’ 85’ a portare a tre le reti, grazie ad un diabolico pallonetto di Alberto Nassi che metteva il suo sigillo alla gara. In pieno recupero , la Mediterranea Nizza metteva in rete la palla della bandiera con il neo entrato Tella.

Desport Gaggi   3    Mediterranea Nizza   1
Marcatori: 30’ L. Brunetto su rigore, 65’ Sgroi, 85’ Nassi, 90’ Tella.
D. Gaggi: Adornetto, Trimarchi, Cubito, Sterrantino, S. Brunetto, G. Manitta (61’ Sgroi), Mavilia (80’ A. Manitta), Bonaccorso, L. Brunetto, Nassi (89’ Leotta), Vaccaro. All. Saro Cannata.
M. Nizza: Campagna, Bertuccelli, Lisci (45’ Repici), Gregorio, Coledi, Briguglio, Cincotta, Mento ( 72’ Romeo), Principato ( 72’ Tella), Leopardi, Zanino. All. Mimmo Ucchino.
Arbitro: Tomaso di Messina.