Rino Piras sogna il gol dell’ex al Ciumaredda.

C’è molta attesa tra gli sportivi della Valle dell’Agrò  per la gara in programma domani pomeriggio al Comunale di Scifì, tra la locale formazione e il Ciumaredda, valevole per la quarta del campionato di Terza Categoria. Una gara molto sentita, non solo perché arriva la capolista Ciumaredda, ma  per i diversi  fattori e circostanze che ruotano intorno alla gara. In primis, diversi gli ex in campo nelle file della formazione Forza D’Agrò Scifì : Sebastiano Smiroldo, Rino Piras e Caponiti. A ciò la posizione del Direttore Generale – Roberto Chillemi – originario della frazione Scifì, nonché figlio dell’assessore comunale Fiorino Chillemi, dirigente della compagine santateresina che affronta la squadra del suo paese d’origine.
La gara è molto attesa, anche per i protagonisti che scenderanno in campo che cercheranno la vittoria per raggiungere i differenti obiettivi. La formazione di Peppe Ciatto, al di là dei fattori esterni che precedono la vigilia della gara, cerca di conquistare l’intera posta in palio per proseguire il suo cammino in testa alla classifica, di contro i ragazzi di Santino Spadaro, consci delle potenzialità tecniche dell’avversario –amico, tentano di raccogliere un risultato di prestigio, magari fare uno scherzetto ai rivali –amici,  sarebbe come vincere il campionato. Uno dei protagonisti della gara tra il Ciumaredda e Forza D’Agrò Scifi, tra l’altro si prevede il pubblico delle grandi occasioni, sarà sicuramente l’attaccante Rino Piras, l’anno scorso nelle file del Ciumaredda, oggi veste la casacca della formazione del Presidente Evaristo Lo Giudice. Abbiamo chiesto all’ex di turno Rino Piras come  sta vivendo queste ore che lo separano dalla gara,  un partita “speciale” diversa dalle altre, dove i protagonisti   farebbero la qualsiasi pur di giocare.
“ Non mi nascondo dietro le quinte, il mio desiderio è giocare contro la mia ex squadra, ma ogni decisione aspetta al mister Santino Spadaro. Noi siamo un gruppo di amici – ci dichiara Rino Piras – prima viene l’interesse della squadra poi quello personale. Quindi per il momento penso solamente alla mia attuale squadra, anche se nel mio cuore c’è il Ciumaredda, il quartiere dove sono cresciuto e vivo”.
– Rino posso chiederti sinceramente, visto che ci troviamo nell’attività commerciale del Direttore Generale del Cimaredda, questo dimostra l’amicizia che va oltre lo sport, se dovresti segnare una rete, che fai esulti?
– “ Si”.
Magari segnare la rete decisiva?
– “  Sarei contento, soddisfatto . Dimostrerei di essere stato utile, non solo per una soddisfazione  personale,  ma per la squadra contribuendo ad una vittoria prestigiosa per noi”.
– La gara contro il Ciumaredda appare alquanto difficile per voi con un risultato prevedibile?
“ Noi siamo consapevoli che di fronte abbiamo una squadra forte, la più forte del campionato, anche se nel pallone può succedere di tutto.”
– Il giocatore del Ciumaredda che ritieni più pericoloso?
“ Non ho dubbi al riguardo, Sergio Casablanca, un giocatore che fa la differenza oltre ad essere attualmente il giocatore più in forma del Ciumaredda”.
– Il rapporto con la tua ex squadra?
“Odio – Amore. Anzi, colgo l’occasione di ringraziare pubblicamente tutta la dirigenza del Ciumaredda, per avermi dato la possibilità di poter giocare in un’altra squadra, dove siamo un gruppo di amici che non ha traguardi particolari da raggiungere, dove ci piace giocare ma allo stesso tempo divertirci e toglierci qualche piccola soddisfazione”.
– Magari battere la capolista Ciumaredda?
“ Sarebbe come vincere il campionato”.