76 equipaggi al via al Rally di Taormina. Kubica con il n.22

l Rally Taormina-Messina chiude le iscrizioni a quota 76 e, nonostante il rinvio forzato a metà autunno (effettuazione il 13-14 novembre), alza qualità e numero dei partecipanti. L’ultima prova del Trofeo Rally Asfalto e Finale di Coppa Italia 09 vede al via numerose tra WRC, Super 2000, Super 1600 e R3: tra loro due piloti professionisti polacchi Robert Kubica (asso della Formula 1, n.22) e Michal Kosciuszko (vice campione del mondo-junior, n.8). Con la Peugeot 206 Wrc n.1 scenderà dalla pedana di partenza di Taormina il bresciano Luca Pedersoli, recente vincitore del Fabaria-Rally dei Templi.Sono settantasei gli equipaggi regolarmente iscritti all’edizione 2009 del Rally Taormina – Messina, di scena Venerdì 13 e Sabato 14 Novembre: la gara siciliana organizzata da scuderia Jonio Corse e da Aci Messina, ultima prova del Trofeo Rally Asfalto e prima Finale di Coppa Italia 2009, fu costretta ad un forzato rinvio il 1° ottobre (giorno delle verifiche), a causa della sciagura che colpì la provincia di Messina e provocò numerose vittime.

START: Alle ore 16.30 di venerdì 13 novembre, con la Peugeot 206 Wrc n.1 scenderà dalla palco di Taormina l’equipaggio bresciano composto da Luca Pedersoli e Matteo Romano, team Vieffecorse, recente vincitore del Fabaria-Rally dei Templi, seguito dalla Citroen Xsara Wrc del comasco Felice Re (n.2), dalla Mitsubishi Lancer EvoX del barese Franco Laganà (n.3), dalla Peugeot 207 Super 2000 dell’udinese Claudio de Cecco (n.4), dall’altra Xsara Wrc del romano Fabio Angelucci (n.5), dalle Ford Focus Wrc del trevigiano Andrea Parodi (n.6) e dell’aretino Raffaello Fidanza (n.7).
Con il n.8 scenderà dalla pedana la prima delle due star provenienti dalla Polonia: aprirà la scena Michal Kosciuszko (vice campione del mondo-Junior 2009) su Skoda Fabia Super 2000-Dp Autosport, che si è aggiudicato sabato l’ultima prova del Trofeo Rally Terra, l’Azzano Rally (ha preceduto di 3 decimi uno specialista dello sterrato, il cesenate Navarra). 
Nell’aprire le fila delle Renault Clio R3, grandi ovazioni verranno tributate all’altro polacco professionista, il n.22 Robert Kubica, pilota di Formula 1 (2006-2009 in Bmw, nel 2010 prima guida Renault). C’è grande attesa per vedere all’opera in un rally titolato uno dei più veloci talenti espressi dalla F.1 del terzo millennio: molto legato all’Italia (venne lanciato da team tricolori al vertice del Karting internazionale), Kubica non vede l’ora di disputare il “Taormina-Messina” per poi correre gare stradali in Francia, Polonia e Repubblica Ceca. Grazie a questi due assi stranieri e ad un alto tasso tecnico delle vetture partecipanti (numerose le Wrc, Super 2000, Super 1600, ecc.), il Rally Taormina-Messina prende quota e annovera al via piloti, navigatori, team e scuderie provenienti da varie regioni d’Italia, in virtù della validità della gara messinese come prima delle due prove finali di Coppa Italia (la seconda è ad Enna, 28 novembre).
Da una prima occhiata all’elenco iscritto diffuso dagli organizzatori emergono altre brillanti individualità: punteranno al vertice Ninni Oieni (n.9) e Gianluca D’Alto (10) su due Abarth Grande Punto Super2000, Carmelo Franco Molica (11), Michelangelo Alessi (12), Rosario Pistone (14), Silvestro Recchiuti (15) e Giuseppe Alioto (16) su Clio, Fiesta e Punto Super 1600. Per vincere il Gruppo N lotta aperta tra talenti del calibro di Franco Laganà, Fabrizio Martinis, Enrico Riccardi, oltre a Enrico Girardi e Giuseppe Barbitta. Il polacco Robert Kubica dovrà lottare per vincere la classe R3C: acerrimi rivali sono Luca Costantino, Mario Testa, Matteo Di Sclafani, Ettore Caranna, Osman Caristi, Luigi Guidara e Danilo Novelli. Grande attesa anche nelle classi A2000, N2000, A1600, N1600, FN3, FA5, FN1.