I comaschi Re-Bariani su Citroen primi al Rally di Taormina-Messina.

L’equipaggio comasco Felice Re e Mara Bariani su Citroen  Xsara  gruppo AB  classe WRC della scuderia Errepì Racing hanno vinto il Rally Taormina – Messina con un tempo pari a 1:13’36.3. Si sono classificati in seconda posizione il romano Fabio Angelucci ed il messinese Massimo Cambria su Citroen Xsara WRC della Scuderia Rubicone Corse con un Gap dai vincitori di 1’ 43’.3. Sul terzo gradino la coppia composta dal bresciano  Luca Pedersoli – Matteo Romano su Peugeot 206 WRC della Scuderia Vieffe Corse con un gap d 2’45.3.

Fuori dal podio il friulano Claudio De Cecco  insieme a Jean Campeis ssulla Peugeot 207 S2000 della Scuderia Friulmotor. Il gap della coppia friulana dai vincitori  3’ 41.1.
In quinta posizione il messinese di Gioiosa Marea Carmelo Molica in coppia con Tino Pintaudi su Renault Clio S1600 a 4’40.1
Sesto posto in classifica, vittoria del gruppo N  e seconda posizione tra i finalisti di Coppa Italia, per il barese Franco Laganà in coppia con il catanese Fabio Guzzardi sulla Mitsubishi Lancer EVO X della Vomero Racing con un gap di 4’59.6.
Settima  posizione per il piemontese Enrico Riccardi in coppia con Contini su una Subaru Impreza N14  della Scuderia Ticino Rally a 5’22.4
In ottava posizione il messinese Rosario Pistone  con  A. Urdì su Renault Clio S1600 della Scuderia Messina Racing Team  a 5’22.4
Al nono posto Gianluca D’Alto con  corleonese Markus Salemi sulla Abarth Grande Punto della Scuderia  Global Rally Racing  con un ritardo da primi 5’49.1.
In decima posizione il messinese Osman Caristi con Francesco Gigsmondo  su Renault Clio della scuderia Sant’angelo Corse a 6’01.9.


RITIRI: Robert Kubica, il pilota di Formula 1, impegnato nel “Rally Taormina-Messina”, si è ritirato alla terza prova speciale “Novara di Sicilia” di 18 chilometri. Il pilota polacco è andato a sbattere contro il guard rail, compromettendo la sospensione anteriore della sua Renault Clio R3.
Dopo le prime due prove  è uscito di scena per un forte stato influenzale, anche il polacco vice Campione del Mondo Junior Michal Kosciuszco in quel momento 5° con la Skoda Fabia S2000. Nel trasferimento verso la ps.2 la Ford Focus Wrc n.7 di Raffaello Fidanza ha subito una panne elettrica, mentre nel corso della seconda speciale la stupenda Focus Wrc2007 di Parodi ha urtato un muretto con la ruota anteriore sinistra, aprendola e impedendo cosi la corretta prosecuzione della prova in condizioni di massima sicurezza. Lievi danni alla vettura, nessuna conseguenza fisica per l’equipaggio trevigiano. Il direttore di gara Alessandro Battaglia ha sospeso la speciale, mentre il collegio dei commissari ha attribuito agli equipaggi transitati in trasferimento il tempo del barese Laganà (3’24″6).
Classifica dei primi 10: 1. Re – Bariani (Citroen Xsara WRC) in 1.13’36”3; 2. Angelucci –Cambria (Citroen Xsara WRC) a 1’48”3”; 3. Pedersoli – Romano (Peugeot 206 WRC) a 2’45”3; 4. De Cecco – Campeis (Peugeot 207 S2000) a 3’41”1; 5. Molica – Pintaudi (Renault Clio S1600) a 4’40”1; 6. Laganà – Guzzardi (Mitsubishi Lancer EVO X) a 4’59”6; 7. Riccardi – Contini (Subaru Impreza N14) a 5’22”4; 8. Pistone – Urdì (Renault Clio S1600) a 5’26”4; 9. D’Alto – Salemi (Grande Punto Abarth) a 5’49”1; 10 Martinis – Siragusano (Mitsubishi Lancer EVO IX) a 6’01”9.Classifica ufficiosa Trofeo Rally Asfalto dopo nove gare. Conduttori: 1. Chentre, p. 55; 2. Re, p. 45; 3. Pedersoli, p. 43; 4. Porro, 32 ; 5. Pisi, p. 24; 5. Laganà, p. 23; 7. Silva, p. 12; 8. Graffieti, p. 10; 9. Rossetti, p. 8; 9. Gasparotto, p. 8.Classifica Coppa Italia: 1. De Cecco (Peugeot 207) p. 10; 2. Molica (Renault Clio S1600), p. 8; 3. Laganà (Mitsubishi Lancer EVO X), p. 6; 4. Riccardi (Subaru Impreza N14), p. 4; 5. D’Alto (Grande Punto Abarth), p. 3.