Sparagonà sconfitto dal Forza D’Agrò Scifì con rissa finale.

La tana di Scifì colpisce ancora una volta. Questa volta a lasciare le penne lo Sparagonà sceso al comunale con l’obiettivo di conquistare l’intera posta in palio. Invece, i ragazzi di mister Santo Spadaro, fanno ancora un altro miracolo con i più quotati avversari dello Sparagonà costretti a chinarsi contro una formazione che tra le proprie mura amiche si trasforma, con animo e grinta costringe alla resa gli avversari.  Sono state sufficienti i primi 30’ di gara ai padroni di casa di portarsi sul doppio vantaggio grazie alle marcature di Rigano e del veterano Domenico Muscolino. Solo nel finale di gara, la formazione ospite allenata da Carmelo Brigandì accorcia le distanze con Enrico Casablanca.
Quello che è successo nel finale di gara, anzi nell’ultimo minuto di recupero, non merita alcuna menzione, certi episodi in una partita di calcio a livello amatoriale, non devono accadere. Non vogliamo entrare in merito, ma questo non è sport. Una cosa è certa, i comportamenti saranno pesantemente puniti dal Giudice Sportivo, più di un  giocatore  rischia di stare fermo per diversi turni.
Ritorniamo alla gara, sin dalle battute iniziale i padroni di casa, scesi sul rettangolo di gioco con più determinazione rispetto agli avversari, apparsi alquanto leziosi all’inizio, nervosi dopo aver subito nell’arco di 12’ due marcature, incapaci pur avendo un maggiore tasso tecnico di impensierire la retroguardia locale sorretta dall’esperto capitano Nino Tamà. Sono bastati appena 18’ alla formazione forzese a sbloccare il risultato con Carmelo Rigano ottimamente servito dal motorino Caponiti, dal vertice sinistro dell’area di rigore infila la sfera alle spalle di Carmelo D’Alessandro. Si aspetta la reazione dello Sparagonà che non arriva, anzi sono i ragazzi di mister Spadaro a portarsi sul doppio vantaggio. Autore della marcatura, il funambolo esperto Domenico Muscolino, abile a sfruttare un’ingenuità difensiva dello Sparagonà, con un delizioso pallonetto dalla lunetta infila in fondo al sacco. Dopo mezz’ora di gioco lo Sparagonà, sotto di due reti, accusa il colpo, pur spingendo, con poca convinzione non riescce a creare seri pericoli alla porta di Ferraro. Nella ripresa si aspetta la reazione dei ragazzi di mister Carmelo Brigandì, niente da fare, allora fuori Giovanni Carnabuci dentro Maurizio Rizzo. La partita diventa nervosa, con i padroni di casa forte del vantaggio cercano di amministrare la gara, al dire il vero nella seconda frazione di gara si è giocato poco,  il gioco è stato continuamente interrotto, tanto che il direttore di gara è stato costretto ad estrarre più volte il cartellino giallo ed espellendo due giocatori dello Sparagonà: Packer e Carnabuci . La compagine nero-verde perde la bussola facendosi sopraffare dal troppo nervosismo, riuscendo al 90’ ad accorciare le distanze dagli sviluppi di un calcio di punizione, Enrico Casablanca riesce a deviare in rete la sfera indirizzandola alle spalle di Ferraro. Gli ultimi minuti di gara sono incandescenti, con i tafferugli finali costringendo il direttore di gara a chiudere la gara  al 6’ dei 7’ di recupero.
Foto: Tratte dal sito “Sparagonà Calcio”
Forza D’Agrò Scifì  2   Sparagonà  1
Marcatori: 18’ Rigano, 30’ D. Muscolino, 90’ E. Casablanca.
ForzaD’AgròScifì: Ferraro,Principato, Cacopardo, Nipo, Tamà, S. Smiroldo, Rigano, Piras (60’ M. Smiroldo), Costa, D. Muscolino, Caponiti. All. Santino Spadaro.
Sparagonà: Alessandro, Palella, G. Carnabuci (55’ Rizzo), La Monica, Packer, A. Casablanca, S. Carnabuci, Sciarrone (70’ Ucchino), M. Caminiti, Casablanca, C. Caminiti: All. Carmelo Brigandì.