Il Forza D’Agrò Scifì soffre il mal di trasferta: 5-0 con il Gescal.

Incredibile la metamorfosi della compagine del Forza D’Agrò Scifì che subisce una sonora sconfitta sul campo del Gescal. Una gara da dimenticare per i ragazzi di mister Santino Spadaro, una formazione lontana parente di quella che tre giorni orsono aveva battuto la capolista Letojanni. Grinta e agonismo, ingredienti che i forzesi non mettono in atto nelle gare in trasferte, con il risultato di fare delle “ pessime figuracce” come quella contro il Gescal.
La compagine del Presidente Evaristo Lo Giudice, al di là di alcune decisioni arbitrali discutibili, è scesa sul terreno di gioco con la testa ancora nei spogliatoi, tanto da consentire ai padroni di casa della Gescal di trovarsi dopo 35’ di gara sul punteggio di 4-0.  Certamente il risultato non lascia alcun alibi, in quanto Tamà e compagni hanno fatto ben poco per sopperire alle decisioni arbitrali  (due rigori concessi il primo dubbio, mentre il secondo è scaturito da un fallo su Tamà non fischiato) ed opporsi ad  un ottimo Gescal ben disposto in campo, con un gioco ordinato pronto a colpire la retroguardia forzese, in giornata propriamente negativa.
Partenza lanciata della formazione di casa che dopo 8’ sbloccava il risultato con Scucchia che superava per la prima volta l’estremo difensore ospite Pantini. Si aspettava la reazione dei ragazzi di mister Santino Spadaro ma sono ancora i locali  al 15’ a portarsi sul doppio vantaggio con Andreacchio. Gara subito in salita per il Forza D’Agrò Scifì, colpito a freddo non riesce ad entrare in partita, fatica parecchio a controbattere l’offensiva dei padroni di casa che al 22’ segnano la terza rete, trasformata dagli undici metri da Carrozza. Niente da fare, nemmeno sul tre a zero la compagine forzese riesce ad avere un sussulto di orgoglio, tanto da subire il poker al 35’ da Acquaviva. La prima frazione di gara si concludeva sul punteggio di 4-0 in favore dei locali, punteggio che poteva essere ancora più vistoso.
Nella ripresa, dopo la strigliata negli spogliatoi da parte di mister Spadaro, la squadra si presentava in campo con più motivazione, anche se la gara ormai era compromessa, almeno, cercare di onorare la maglia.  Ad inizio della ripresa, mister Spadaro lasciava nei spogliatoi: Cacopardo, Nipo e il capitano Tamà al loro posto inseriva forza fresche: Piras, M. Smiroldo e Camelia, nell’intento di rendere meno amara una giornata da dimenticare. I cambiamenti tattici portono subito i primi frutti, infatti, nell’arco di cinque minuti il Forza DAgrò colpisce per due volte i legni: al 50’ con Muscolino e al 55’ con Carciotto.
Due opportunità che frantumano le speranze di rimonta della compagine forzese, al dire il vero non bastano a giustificare una giornata completamente buia. I ragazzi di mister Santino Spadaro si proiettano in avanti confusamente e con poche idee, favoriti anche dal Gescal che forte del punteggio, a tirato un po’ i remi in barca, cercano la via della rete. Ma sono ancora i padroni di casa a colpire ancora una volta con Scucchia, complice un errato disimpegno di Pantini, a rendere la giornata ancora più amara.

DOPO GARA:
Santino Spadaro ( allenatore del Forza D’Agrò Scifì): “ Sono profondamente deluso da tutta la squadra, in modo particolar modo dei veterani. Un atteggiamento mentale che la squadra assume  in trasferta che riescono a farmi dimenticare in fretta di cosa siamo capaci di fare quando giochiamo in casa. Il nostro è un campionato – prosegue un amareggiato Santino Spadaro – di routine, siamo una Società giovane, la squadra deve capire che il campionato non è fatto solo di partite casalinghe, ci sono anche le gare da giocare in trasferta che devono essere onorate nel migliore dei modi. Bisogna essere più umili e consci dei propri mezzi, ingredienti che qualcuno non ha ancora recepito. Ora bisogna voltare pagina ciascun giocatore faccia la propria riflessione e qualcuno cominci a pagare per le sue colpe, io per primo.”
Gescal   5  Forza D’Agrò Scifì  0
Marcatori : 8′ e 72’ Scucchia su rig.,15’Andreacchio, 22′ Carrozza su rig., 35′ Acquaviva.
Gescal: Bonansinga ( 60’ Passaniti), Crupi, Giordano, Martino ( 40’ Perrone), Cannavò, Coppolino ( 75’ Ammo), Peditto, Acquaviva, Andreacchio, Carrozza, Scucchia.
Forza D’Agrò Scifì: Pantini, Principato, Cacopardo (46’ Piras), Nipo (46’ M. Smiroldo), Tamà (46’ Camelia),
S. Smiroldo (65’ Crupi), Rigano (46’ Chiavetta), Caponiti, Costa, Muscolino, Carciotto. All. Santino Spadaro.
Arbitro: Antonio Picciolo.