3° – Il punto sulla XII giornata di campionato.

Passate le festività natalizie,riprende il campionato di terza categoria. Ad oggi si sono giocati due turni che hanno fatto perdere l’imbattibilità alle uniche due squadre,Ciumaredda e Savoca,che ancora avevano lo “0” nella casellina sconfitte:il Savoca incassa 5 gol nella trasferta di Graniti,tanti quanti ne aveva incassati in tutto l’arco del torneo e il Ciumaredda perde tra le mura amiche a favore del Letojanni.
Continua ad avere alti e bassi il Forza-Scifì che in casa non ha ostacoli,mentre in trasferta diventa facile bottino per chiunque;la formazione di mister Spadaro,eccezion fatta per la prima di campionato,ha dimostrato che in casa fa valere il fattore campo ed infatti tutte le squadre giunte al comunale di Scifì al massimo hanno conquistato un punto;lo Sparagonà,con una sconfitta interna e una vittoria esterna, perde l’opportunità di avvicinarsi ulteriormente alla testa della classifica che comunque è a sole quattro lunghezze di distanza.
Come detto prima si rifà sotto il Letojanni che con una partita perfetta riesce ad espugnare il comunale di Bucalo e portarsi a pari merito col Ciumaredda.La compagine letojannese nel turno precedente aveva dovuto subire la legge del comunale di Scifì,cioè lasciare l’intera posta in palio alla squadra di casa. La Granitese nonostante la sconfitta con l’Usclo Pace rimane al comando avendo inflitto,nel turno precedente, una sonora sconfitta al Savoca.
La compagine messinese,con le vittorie su Granitese e Sparagonà ,si porta a ridosso dei primi della classe a solo un punto di distacco. Si rifà sotto il Riviera Sud,mentre perde il passo l’Alì che ben aveva cominciato il campionato.Si avvicina anche il Gescal dopo la vittoria sul Forza-Scifì.Visti gli ultimi risultati,la classifica dice che ben nove squadre si trovano nell’arco di quattro punti,e che tutte si giocheranno le carte a disposizione per la vittoria finale del torneo. Sicuramente questa situazione di classifica fa sì che ogni domenica ci sia uno scontro diretto che va a favore della curiosità,dell’incertezza e del fascino che sta riservando questo torneo.
 
A cura di Carmelo Rigano