Ridotta di cinque mesi la squalifica del campo al Pistunina.

La Commissione Disciplinare della Lega Sicula, presieduta dall’avv. Mario Fiore, ha accolto il reclamo del Pistunina avverso la squalifica del campo di gioco sino al 31 ottobre 2010, decisa dopo il match Mediterannea Nizza-Pistunina dello scorso 20 Dicembre. La gara si era conclusa con la vittoria della compagine nizzarda per 1-0.
Come riportato nel referto arbitrale al rientro degli spogliatoi :”Per avere, due sostenitori del Pistunina  presenti indebitamente nello spiazzo antistante gli spogliatoi, colpito l’arbitro ripetutamente e con estrema violenza con calci e pugni al viso, al petto ed alle spalle procurando forte dolore, stato confusionale, ecchimosi al viso fuoriuscita di sangue e diverse ferite alle mani”.
Per questi fatti, il Giudice Sportivo aveva squalificato il campo del Pistunina fino al prossimo ottobre 2010, giocare a porte chiuse e pagare un’ammenda di 500,00 Euro.
Reclamo del Pistunina: Contro tale decisione del Giudice Sportivo la società del  Pistunina del Presidente Velardo ha proposto appello sostenendo la propria tesi: “ di non avere alcuna responsabilità per i deprecabili fatti accaduti in quanto alla gara non erano presenti tifosi o sostenitori della stessa società. Ipotizza che gli autori dell’aggressione all’arbitro siano stati tifosi di altra società della quale l’arbitro aveva già arbitrato una gara alla 10° giornata e durante la quale aveva avuto problemi con i sostenitori”.
Osservazioni della Commissione Disciplinare:
–  durante lo svolgimento della gara l’arbitro è stato insultato e minacciato da tifosi per alcune sue decisioni assunte. Quanto sopra è espressamente dichiarato dalla stessa ricorrente nel proprio atto di opposizione;
– altresì non può non evidenziarsi che due tifosi sono riusciti, a fine gara, a penetrare negli spazi antistanti lo spogliatoio dell’arbitro raggiungendolo ed aggredendolo  ripetutamente come dallo stesso direttore di gara evidenziato nel proprio rapporto. Tale deprecabile comportamento va aspramente censurato anche se, a prescindere da quanto espressamente dichiarato dallo stesso arbitro, non risultano dagli atti particolari conseguenze subite dal direttore di gara che autonomamente ha potuto lasciare l’impianto sportivo;
– quanto sostenuto dalla ricorrente non trova riscontro nelle risultanze degli atti di gara; l’aggressione denunciata dall’arbitro è certamente avvenuta, né può attribuirsi la stessa alla società ospitante per esclusione logica in quanto vincente della gara di che trattasi;
– ogni altra ipotesi a difesa, sostenuta dalla società ricorrente, non è provata né risultano in proposito accertamenti di parte;
Fatte le dovute osservazioni è stato deliberato quanto segue:
– di determinare al 31.05.2010 la squalifica del campo di giuoco a carico della società Pistunina con esonero della disputa delle gare a porte chiuse;
– di infliggere alla predetta soc. Pistunina l’ammenda di euro 250,00 a modifica di quanto in 1° grado statuito;
–  infliggere l’ammenda di euro 250,00 alla società Mediterranea Nizza per le mancate osservazioni delle disposizioni regolamentari in materia vigenti, essendo responsabile del mancato approntamento del personale addetto al servizio d’ordine;