Il giovane Zarzaca salva la Roccese: 2-2 con l’Itala.

Zarzaca  tiene a galla la Roccese .Finisce in parità ma ad un certo punto s’è temuto il peggio. La Roccese era chiamata ad un esame vitale ma tutto è stato rimandato in quanto il punto, pur tenendo in vita le speranze di entrambe, non le rilancia verso posizioni più tranquille.
I padroni di casa sempre più rimaneggiati hanno sfornato una forte linea verde con ben 6 juniores in campo sin dall’avvio (13 in distinta) e forse hanno pagato oltremodo l’impatto con la gara  così gli ospiti si sono presentati più intraprendenti sfiorando il vantaggio in diverse occasioni e raggiungendolo al 44’ con Amante, in forte sospetto di fuorigiuoco, che sfruttava un pallone corretto da Tomasello. Altra tegola per i locali l’infortunio ad Alibrandi e così la Roccese tornava in campo con 7 ragazzini e lo scotto lo si pagava subito ancora con Amante, lesto a sfondare sulla destra e battere Barbaro.
Lo scoramento era evidente tra i giallorossi che però, punti nell’orgoglio, riuscivano a reagire fallendo prima il goal con Currò per poi trovarlo con una rovesciata spettacolare di Zarzaca. Era il segnale che ci voleva ma Carauddo, quale ultimo uomo, trovava anzitempo la via dello spogliatoio e tutto sembrava perso ma, ancora Zarzaca al 38’ trovava l’angolo giusto per cogliere il pareggio. Cerano ancora 7 minuti ma l’ulteriore tegola giungeva con l’espulsione di Filorimo quando si giocava il 45’. C’era il rischio di sbilanciarsi e …bruciare tutto. La Roccese serrava le fila e teneva il campo, gli ospiti invece alla fine, devono ritenersi fortunati in quanto, allo scoccare dell’ultimo dei 3 minuti di recupero, Piccolo rubava palla sulla trequarti ma, a porta vuota, perdeva l’attimo e Di Pietro poteva recuperare e sventare.
Cosa dire, il pareggio è tutto sommato giusto, degli ospiti s’è potuto constatare un discreto assetto ma bruttissima la gestione del risultato; per i locali è un momento brutto, a corto d’organico(tra i “grandi”) s’è rischiato il tracollo. I giovani sono da elogiare ma devono crescere e non è facile farlo in fretta. L’aver colto un punto interrompendo un trend decrescente è comunque un fattore positivo. Si spera di recuperare un po’ di assenti e tentare sin da Barcellona con l’OR.SA. d’invertire la rotta.
ROCCESE – ITALA 2-2
Marcatori:44’ p.t. e 4’ s.t. Amante, 25’ e 38’ s.t. Zarzaca
Roccese: Barbaro, Carauddo, Alibrandi(1’ s.t. Sposari), Zarzaca, Squadrito, Filorimo, Gangemi( 26’ p.t. Catanzaro – 23’ s.t. Donato) , Cannistrà, Currò, Piccolo, Manco. All.Cia
Itala: Di Pietro, D’Angelo I°(10’ p.t. Russo – 31’ s.t. Foti II°), D’Angelo II°, Ruggeri, Tomasello( 1’ s.t. Foti I°), Di Bella, Burrascano, Stracuzzi, Orecchio, Amante, Vasta.
Arbitro: Brusca (Palermo)
Espulsi: Carauddo, Filorimo.