Forza D’Agrò Scifì: beffato al 94′ da Caruso.

Al 94’ Caruso regala una preziosa vittoria al Motta beffando i forzesi costretti alla capitolazione in pieno recupero. Un’ottimo Forza D’Agrò visto al comunale di Motta, una compagine completamente diversa rispetto alle precedenti trasferte, ha lottato fino alla fine della gara, dove solo per sfortuna esce sconfitto, quando ormai tutti  aspettavano il triplice fischio finale e la divisione della posta. Invece, nel finale i padroni di casa tirano dal cilindro il colpo vincente con Caruso, complice un’incertezza di Pantini, mette la sfera in fondo al sacco per la gioia dei locali e la delusione dei ragazzi di mister Santino Spadaro. Un colpo fortuito, ma vincente che regala alla squadra mottese una vittoria contro i forzesi che non meritavano di uscire sconfitti dal comunale di Motta.
La gara è stata giocata a buoni ritmi per tutto l’arco dei novanta minuti, con i padroni di casa che giocano di rimessa, lasciando il pallino del gioco alla formazione ospite che non riesce a concretizzare la grande mole di gioco creato nella prima frazione di gara.  Dopo una fase di studio, al primo vero affondo la compagine di casa al 10’ sblocca il risultato sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite per fallo sull’attaccante locale Lucisano. Sulla sfera Domenico Tatì pennella un perfetto assist per Lucisano ben posizionato al centro dell’area, lasciato tutto solo dalla retroguardia ospite, con una spettacolare rovesciata trova il varco giusto per insaccare in fondo alla rete  la sfera del vantaggio con il portiere forzese Pantini rimasto meravigliato per la prodezza dell’attaccante di casa.
Subita la rete, i ragazzi del Presidente Evaristo Lo Giudice reagiscono prontamente e cominciano a macinare gioco su gioco, costringendo i locali ad arretrare il proprio baricentro subendo il pressing del Forza D’Agrò Scifì. Al 22’ con una magistrale punizione di Cristian Muscolino la compagine forzese ristabilisce la parità. Su calcio piazzato arriva il meritato pareggio costruito da Rino Piras che lancia in profondità Camelia che viene messo giù al limite dell’area. Sulla sfera si presenta il giovane Cristian Muscolino, che mette abilmente alle spalle di Nuciforo. Ottenuto il pareggio, il Forza D’Agrò ispirato sempre dall’ottimo C. Muscolino, in giornata di grazia, tiene sotto scacco la retroguardia locale. I suoi suggerimenti non venivano  recepiti dai vari Piras, Camelia e M.Smiroldo che non riescono ad inquadrare lo specchio della porta, fallendo la possibilità di portarsi in vantaggio.
Nella ripresa la gara scende di  tono con le due squadre che si affrontano nella zona nevralgica del centrocampo, aspettando il minimo errore dell’avversario per colpire in contropiede.  Nel secondo tempo si registrano solo due azioni degne di nota una per parte, prima della marcatura di Caruso. Al 65’ sono i padroni di casa con Lucisano su traversone di Cosentino a sfiorare il vantaggio con un preciso stacco aereo manda la sfera poco fuori. La seconda opportunità  è degli ospiti che al 70’ con il neo entrato  Nino Costa, inserito da mister Spadaro al posto di Camelia,  da pochi passi manca il tapin vincente.
Quando ormai tutti aspettavano il triplice fischio finale, arriva la rete della vittoria del Motta con un tiro maldestro dal limite dell’area di Caruso con la complicità di Pantini, gonfia la rete ospite per l’incredulità dei 22 giocatori in campo.
Motta   2     Forza D’Agrò Scifì  1
Marcatori: 10’ Lucisano, 22’ C. Muscolino, 94’ Caruso.
Motta: Nuciforo, Tripolone, Lo Giudice (80’ D. Tatì), Caruso, Lando, Donato, Lucisano, Calabrò (55’ Cundari), Cosentino, D. Tatì, A. Tatì). All. Lucisano.
Forza D’Agrò Scifì: Pantini, Principato, M. Smiroldo (73’ Cacopardo), Nipo, Tamà, S. Smiroldo, Carciotto, Caponiti, Piras (46’ Rigano), C. Muscolino, Camelia (64’ Costa). All. Spadaro.
Arbitro: Giovanni Gerbino di Messina.