Furci – Atl. Roccalumera: in gioco rivalità e primato.

C’è molta attesa per il derby Furci – Atletico Roccalumera in programma sabato pomeriggio al campo sportivo “Luigi Papandrea” di Furci Siculo. Il vetusto comunale furcese sarà teatro per la gara-verità della   sesta  giornata di ritorno del campionato di seconda categoria – girone E. Dicevamo partita-verità per diversi fattori: uno su tutti se la compagine di mister Carmelo Campailla , una vera corazzata dovesse conquistare i tre punti, metterebbe la parola fine per la conquista del primo posto in classifica, utile per la diretta promozione in prima categoria.
Un successo che porterebbe la compagine del Presidente Mansueto Gugliotta a + 11 dalla più diretta inseguitrice, appunto il Furci di Ciccio Carpillo con una gara da recuperare contro il Real Gabbiano ( in programma domenica 14 febbraio), quando mancano cinque giornate al termine del campionato. Una sfida nella sfida, dove si prevede il pubblico delle grandi occasioni con i tifosi locali a far sentire il proprio calore ai propri beniamini per trascinarli ad una importante vittoria: non solo per il prestigio di vincere il derby ed accorciare le distanze dalla capolista, ma soprattutto incamerare tre punti per consolidare la seconda posizione in graduatoria, determinante nella fase play-off.
Una vittoria per i ragazzi di Ciccio Carpillo per riaprire il campionato, anche se la capolista Atletico Roccalumera non è dello stesso avviso, decisa ad espugnare il “Luigi Papandrea” per ipotecare la vittoria finale, oltre a cercare il riscatto per la sconfitta subita nella scorsa stagione sportiva nel campionato di Terza Categoria. Nella gara di andata né vinti né vincitori: 1-1 il risultato finale con le due squadre ancora in fase di rodaggio ed assestamento. Sabato, le due formazioni scenderanno in campo con una condizione fisica-mentale completamente diversa: il Furci è privo di alcune pedine fondamentali per squalifica (Gianpaolo Agnone e Christian Cutroneo) per lo scacchiere di Carpillo, una difesa che prende pochi gol guidata dall’ex di turno Matteo Frazzica, ma un attacco sterile che segna con il contagocce (tranne in due occasioni), con questi credenziali il Furci cerca di frenare la corsa vincente della capolista Atletico Roccalumera.
Discorso completamente opposto per la compagine roccalumerese di mister Campailla che gode di ottima salute con un organico al completo e il morale alle stelle: primo posto in classifica, il duo Crementi – De Salvo in cima alla classifica marcatori, una difesa impenetrabile ed un attacco mitraglia che non conosce nessuna frontiera: casa o fuori casa.
Questi i numeri di un derby molto sentito dalle rispettive tifoserie. Adesso la “palla” passa ai protagonisti che scenderanno in campo ad onorare il “derby” con il bel gioco, ma soprattutto  con lealtà sportiva, con la carica agonistica giusta che caratterizzano tale gare, senza eccedere in comportamenti o protagonismi esagerati, ma che sia una vera festa dello sport. Conoscendo le due realtà, siamo certi che a trionfare al di là del risultato finale, sarà l’amore verso il calcio.