Una superba Robur mette paura alla capolista Scommettendo.

Peccato davvero, una superba Robur della ripresa meritava certamente la vittoria contro la corazzata  capolista Scommettendo.  Alla fine il punteggio di 1-1 è il risultato giusto per quello che si è visto al Comunale “Mario Lo Turco “ di Letojanni, assiepato dal un folto pubblico deliziato da ottime giocate e dalle numerose palle- gol create da entrambe le formazioni. Nonostante il pareggio, i ragazzi di mister Giovanni Ruggeri escono a testa alta dal confronto con la capolista allenata da mister Tomaselli, un’organico di categoria superiore, non di meno i bianconeri della Robur che hanno dimostrato ancora una volta di poter competere con qualsiasi avversario ed il sogno di poter agganciare il treno dei play-off non è una chimera, ma fattibile.
Primo Tempo:Dopo una fase di studio sono gli ospiti a rompere gli indugi al 10’ con un colpo di testa di Cascio che non impensierisce la porta difesa da Sterrantino. Pronta la risposta della Robur che pur avendo la superiorità territoriale del gioco, non riesce ad impensierire seriamente la retroguardia catanese. Al 25’ la capolista va a segno con Magrì, rete annullata dal direttore di gara.
Era il preludio del vantaggio che arriva dopo dieci minuti sempre con Magrì: azione iniziata da Ragusa che serve in verticale il bomber Magrì che con estrema precisione di piatto destro supera Sterrantino in uscita  portando in vantaggio la propria squadra. Passati in vantaggio i ragazzi di Tomaselli cercano il raddoppio per chiudere definitivamente la gara, ma trovano sulla propria strada la reazione della retroguardia locale guidata da un super Riccobene, che tiene testa all’offensiva finale della capolista.
Secondo Tempo: Nella ripresa, i ragazzi del Presidente Carmelo Laganà, scendono sul terreno di gioco con più determinazione senza alcun timore reverenziale nei confronti dei catanesi. Così, i bianconeri iniziano a macinare gioco sono gli ospiti al 55’ ad andare vicino al raddoppio con Manuli, ma l’attento portiere letojannese devia in angolo. Il pressing della Robur mette in difficoltà la  capolista: mossa di Ruggeri dentro Villari al posto di Thomas Paratore.
La gara continua ad essere sempre viva, al 65’ il furcese Roberto Prestia viene messo giù in piena area di rigore, per il direttore di gara non si tratta di un fallo per decretare la massima punizione. Al 75’ ghiotta occasione per i locali con Riccobene che da pochi passi non trova il guizzo vincente di deviare in rete un assist di Ucchino. L’appuntamento con il pareggio è solomante rinviato di pochi minuti quando un’intuizione personale del centrocampista  Onofrio Smiroldo smarca Lo Re che con precisione trafigge il portiere catanese Spampinato facendo esplodere il Mario Lo Turco. Gli ultimi minuti di gara sono emozionanti con le due squadre pur accettando il pareggio, cercavano il colpo del k.o.
Robur   1    Scommettendo  1
Marcatori: 34’ Magrì, 82’ Lo Re.
Robur: Sterrantino, Intilisano, Lo Turco, Currenti, Riccobene, Portale, Ucchino, Smiroldo O., Paratore (60’ Villari), Prestia, Lo Re (85’ Raneri). All.: Ruggeri.Scommettendo: Spampinato, D’Antoni, Viglianesi, Lupino, Gresta (62’ Foti), Cascio, Magrì, Ragusa, Contarino, Manuli, Luvara (77’ Nobile). All.: Tomaselli.Arbitro: Bellinghiere di Messina.