Giov.simi R.li: Il Camaro vince il derby con il B.C. Messina.

Il Camaro vince in  trasferta sul campo del B.C. Messina con il classico risultato di 2-0. Una rete per tempo consentono ai ragazzi di mister Griò di conquistare una importante vittoria esterna nella gara della settima giornata di ritorno. Una vittoria che consente alla formazione del Camaro di consolidare la sua terza posizione in classifica con 39 punti senza perdere di vista i due battistrada Valle del Mela e Nuova Rinascita con 45  punti.
La formazione di casa, terzultimi in graduatoria generale, hanno cercato di opporre una valida resistenza ai più quotati avversari, mettendo grinta e determinazione per sopperrire alla carenza tecnica. Il Camaro sin dalle prime battute di gara, impone il proprio gioco, una manovra fluida ben organizzata, nonostante ciò, il B.C.Messina resiste fino al 33’ quando l’arbitro decreta un calcio di rigore in  favore di degli ospiti. Dagli undici metri si presenta il bomber Giovanni Oliveri con estrema calma insacca alle spalle di Ciolino portando in vantaggio la propria squadra.
Reagiscono i padroni di casa che vengono bloccati nella trequarti del Camaro. Nella ripresa i padroni di casa scendono in campo più convinti, ma sono gli ospiti al 55’ con Gabriele Bonamonte a mettere a segno la rete del 2-0.
B.C. Messina    0   Usd Camaro    2
Marcatori: 33’ Oliveri su rigore, 55’ G. Bonamonte.
B.C. Messina: Ciolino, Barone, Miroddi (46’Donato), Bagnato, Celi, El Ammary, Riga (52’Costanzo), Parisi, Mamazza ( 66’Cavallaro) Tropea, Todaro.                                                                                  Usd Camaro: La Rosa (46’ D’Angelo), Costantino, De Salvo (51’ Zirilli), Cannistrà, Rinaldi, Gervasi, Alessio (64’Russo), Bonamonte G. (70’Pitagna), Rofei (59’ Stroncone), Bonamonte A. (56’Santoro), Oliveri (60’Roberto).                                                                                                                                             Ammoniti: Rofei e Rinaldi.
Arbitro: Domenico Restuccia di Me.