Furci e Atl. Roccalumera: due matricole in lotta per il primato.

Con un gol di Giampaolo Agnone l’Asd Furci di mister Carpillo esce vittorioso dall’insidioso terreno di gioco della Nunziata e porta a casa tre punti che, grazie al pareggio casalingo del Monforte con il Bastione Milazzo, significa secondo posto matematico con 9 punti di distacco a due giornate dalla fine.
Ma la XX giornata del girone E ha riservato anche diverse altre sorprese: la più eclatante è il pareggio casalingo con il Saponara del Roccalumera, raggiunta all’88’ da un rigore di Giunta, che fa registrare l’ennesima battuta d’arresto della capolista che nelle ultime gare, complice un po’ di sfortuna qualche infortunio a uomini determinanti e squalifiche, ha visto ridursi il suo vantaggio sul Furci da 11 a soli 3 punti.  L’imprevisto empasse della squadra allenata da Campailla concede alla compagine del presidente Pino, che avrebbe potuto sentirsi appagata del conseguimento anticipato del posto più alto della griglia play off, una piccola speranza che và comunque alimentata fino alla fine. E a questo punto entrano in scena gli altri risultati a sorpresa del turno appena giocato.
Col discorso campionato riaperto le prossime avversarie delle due rivali saranno per il Roccalumera il Real Gabbiano, reduce da un pareggio con la Folgore con la quale coesiste a quota 24 punti e si contenderà la speranza di una qualificazione, possibile sulla carta ma un po’ difficile in realtà, ai play off; al Furci toccherà invece ospitare un Merì che, grazie alla vittoria casalinga con la Messana per 3 a 2, compie un considerevole balzo in avanti in classifica andando a soffiare l’ultimo posto valido per i play off ad un Real Monforte che cede inspiegabilmente sul campo del fanalino di coda Arci Grazia con il netto risultato di 3 a 1. Nell’eventualità che il Merì riuscisse strappare punti dal rettangolo del Luigi Papandrea, per la squadra tirrenica ciò significherebbe andare ad affrontare proprio il Real Monforte, nell’ultima giornata di campionato, potendo contare sul vantaggio di giocare sul proprio terreno di gioco quello che sarebbe un autentico spareggio per conquistare un posto per la post season.
Insomma un campionata molto livellato, da metà classifica in giù, che ci terrà con il fiato sospeso fino alla fine ma che già ha un responso sicuro, che la classifica esprime inequivocabilmente, che vede due ottime realtà del calcio ionico ormai assestate ai vertici di questo campionato e, comunque vada, le rispettive società non potranno che essere soddisfatte del comportamento avuto in un campionato, quello di seconda categoria, che vedeva Roccalumera e Furci entrare in punta di piedi come matricole per poi affermarsi come le due milgiori del torneo.