La RussoCalcio ferma in casa la vice-capolista Antillese.

Una Russocalcio che non ti aspetti blocca in casa la seconda della classe e sfiora l’impresa contro un’ Antillese sospinta dal caloroso pubblico di casa. Nonostante le numerose assenze, la squadra di Mister Di Bella gioca a viso aperto nel tentativo di portare a casa l’ intera posta in palio necessaria per mantenere le residue speranze di accesso ai play-off. La gara inizia con gli antillesi che provano a spingere subito sull’ acceleratore pensando di trovare vita facile contro una squadra reduce da un pari in casa e con soli 7 punti conquistati nelle 10 gare disputate nella seconda parte del torneo.
Primo Tempo: Dopo i primi tentativi di G. Mastroeni e Paratore, sono gli ospiti a rendersi pericolosi con G. Scuto e E. Rapisarda che provano ad impensierire Muscolino con tentativi dalla distanza. I padroni di casa cercano di controbattere ma i loro tentativi si infrangono nella difesa della Russocalcio, magistralmente diretta da Messina e Strano che chiudono tutti i varchi. Al 25’ della prima frazione la Russocalcio passa in vantaggio: azione portata avanti dal ragionatore di centrocampo Sapienza che imbecca con un lancio in profondità il rapido Enrico Rapisarda che entra in area dal vertice sinistro, salta un uomo e trafigge Muscolino in uscita con un preciso rasoterra. Cresce il nervosismo fra i padroni di casa, che tuttavia reagiscono con veemenza e si riportano sul pari al 36’ con Antonio Paratore che ben appostato in area di rigore raccoglie un preciso cross su calcio d’angolo battuto da Mastroeni G. e riequilibra la contesa. Dopo il pari i locali provano subito a raddoppiare, ma Contarino devia bene in angolo un tentativo di Costa.
Secondo Tempo: Nella ripresa la gara si fa più spigolosa e dagli spalti gli spettatori cominciano ad accendere gli animi in campo, anche se la gara non è mai andata oltre i canoni del sano agonismo. La ripresa si può riassumere con i tentativi dalla distanza di Mastroeni e Costa da una parte e di Sapienza e Scuto dall’ altra. Nelle fase finali dell’ incontro il pubblico locale inveiva contro gli ospiti accusati di un eccessivo e ingiustificato agonismo, ma i biancoazzurri non si facevano intimorire. Falco, particolarmente beccato dagli spettatori al termine della gara ha dichiarato:” quando ho il pubblico contro mi esalto ancora di più!”. Per l’ Antillese un pareggio che non intacca l’ottimo campionato disputato, in casa Russocalcio aumenta il rammarico per non aver centrato l’ accesso ai play-off dopo un girone di ritorno disastroso, e in un torneo che ad eccezione della Scommettendo e dell’ Antillese, presenta avversari di qualità veramente mediocre.
Antillese  1    RussoCalcio  1
Marcatori: 25’ E. Rapisarda, 36’ ParatoreAntillese: Muscolino, Marinacci, Lo Giudice, Puglia, Crupi (90’ Bongiorno), Di Pietro, G. P. Mastroeni G.P., G. Mastroeni, Costa, Paratore, Mastroeni (73’ Restifo). All. Mastroeni GuglielmoRussoCalcio: Contarino, Strano, Leotta, Scuto A., Messina (67’ Gravagna), Furnari (67’Zappalà), Foresta, Petrella ( 77’ Falco), Scuto G., Sapienza, Rapisarda E. All. Di Bella FabioAmmoniti: Messina, Scuto G., Sapienza (Russocalcio), Lo Giudice, Di Pietro, Mastroeni G., Costa, Paratore (Antillese)Arbitro: Ali Shahi Ghomi Masoud – CataniaNote: giornata fredda e piovosa, campo in discrete condizioni. Spettatori 300 circa.