RussoCalcio e S. Alessio chiudono la stagione con un pari.

Finisce in parità l’ ultima di campionato fra Russocalcio e S.Alessio, dopo una gara giocata da entrambe le squadre a viso aperto e con momenti di tensione e nervosismo alquanto ingiustificati e spesso scatenati dall’ incerto Grasso di Acireale. La partita inizia con gli ospiti subito proiettati in avanti e già al 7’ si registra una punizione dalla trequarti con palla per Calafiore P. che prova il pallonetto ma sbaglia la misura e manda alto sopra la traversa. Al 9’ è Naccari da fuori, a provare la botta ma trova Contarino pronto all’intervento. Al 22’si vede la Russocalcio col capitano Tomarchio che raccoglie un cross dalla destra e si produce in una girata improvvisa che Trimarchi manda in angolo. Al 24’ punizione dalla trequarti per la Russocalcio, raccoglie Petrella e calcia verso la porta, ma trova un difensore che devia in angolo. Al 40’ ancora un calcio da fermo per la Russocalcio, Sapienza calcia bene dal limite ma Trimarchi si oppone con sicurezza.
Nella ripresa la gara si accende e diventa più interessante. Al 54’ Tomarchio raccoglie al volo all’altezza del dischetto e calcia un bel tiro al volo che finisce di poco sopra la traversa. Al 60’ espulsione di Messina punito col secondo giallo dopo contrasto spalla a spalla, giudicato dal direttore di gara fallo da ultimo uomo. La decisione del direttore di gara accende gli animi e le proteste del pubblico di casa, prontamente placate dai dirigenti locali. Al 62’ vantaggio del S. Alessio, Calafiore P. raccoglie un pallone sul filo del fuorigioco e calcia un magistrale pallonetto imprendibile per Contarino.
La Russocalcio nonostante l’inferiorità numerica non si demoralizza e si riversa nella metà campo degli ospiti. Al 67’ Foresta impegna Trimarchi che devia in angolo un tiro dalla lunga distanza. Al 68’ Sapienza sul calcio d’angolo conseguente all’ azione precedente calcia direttamente in porta dalla bandierina e sorprende il pur bravo Trimarchi. Per il fantasista della Russocalcio, non nuovo a queste magie è il 5’ centro stagionale dopo i precedenti 4 rigori realizzati. Per la Russocalcio le cose si complicano ulteriormente al 72’, quando Rapisarda E. viene giustamente espulso per fallo di reazione. A questo punto della gara tutto fa pensare che per gli ospiti la partita possa essere in discesa, ma la Russocalcio non demorde e continua ad attaccare nel tentativo di portare a casa l’intera posta in palio esponendosi però ai contropiede del S. Alessio che con il neo- entrato Mangiò prova a sorprendere Contarino. All’ 80’ un difensore del S. Alessio nel tentativo di ribattere un incursione di Petrella  colpisce Scuto G. che per poco non sorprende Trimarchi. All’ 81’ angolo del solito Sapienza, Scuto G.  tenta la deviazione sottomisura, ma un difensore pronto a salvare in angolo. Al 91’ punizione insidiosa di Sapienza, ma Trimarchi sventa il pericolo. Al 93’ occasione per Scuto G. servito da Petrella, ma la difesa salva. Dopo 3 minuti di recupero il signor Grasso manda tutti sotto la doccia decretando la fine della stagione con il triplice fischio.
RussoCalcio  1  S. Alessio   1
Marcatori: 62’ Calafiore P., 68’ Sapienza
RussoCalcio: Contarino, Strano, Rapisarda S. (62’ Gravagna), Messina, Bartolotto (67’ Falco), Petrella, Foresta, Tomarchio (65’ Scuto A.), Scuto G., Sapienza, Rapisarda E. All. Di Bella Fabio
S. Alessio: Trimarchi, Sciarrone, Russo, Allegra, Calafiore, P.M., Lo Giudice, Naccari, Andolfo, Calafiore P. ( 63’ Mangiò), Stracuzzi G. ( 75’ Spadaro), Garufi A. All. Nino Spadaro.
Ammoniti: Messina, Petrella, Foresta, Scuto G., Sapienza (Russocalcio), Stracuzzi G.(S.Alessio).
Espulsi Messina per doppia ammonizione e Rapisarda E. per fallo di reazione.
Arbitro: Grasso di Acireale
Note: giornata primaverile. Spettatori 100 circa.