Il Mandanici beffato (1-2) nel finale dall’Usclo Pace.

Un buon Mandanici, sotto di una rete, reagisce riacciuffando il pareggio a metà della ripresa con Carpo, per essere  beffato nel finale dal gol-partita di Longo.Una partita piacevole quella giocata al Comunale di Mandanici tra la squadra locale e l’Usclo Pace in cerca di  punti play off , di contro i padroni di casa  che nulla hanno  da chiedere alla classifica  cercano un risultato di prestigio.
Primo Tempo: Parte subito forte il Mandanici che va vicinissimo al vantaggio al primo affondo della partita:  invenzione di Carpo che con un pallonetto scavalca tutta la difesa messinese, smarca al tiro Spadaro che sbaglia clamorosamente la ghiotta occasione. La gara è  viva e veloce con diverse occasioni da entrambe le parti con i ragazzi di mister Mario Carpo  più pericolosi in fase conclusiva con gli ospiti che si rendono pericolosi in contropiede. Proprio in un azione di rimessa al 30’ l’ Usclo Pace  sblocca il risultato con un bel tiro di D’Agostino che trafigge l’estremo difensore mandanicese Interdonato.  Subito lo svantaggio la formazione di casa accusa il colpo, incapace di reagire subendo il gioco degli ospiti  fino alla fine della prima frazione.
Secondo Tempo: Al rientro in campo i padroni di casa organizzati meglio da mister Carpo partono forte  senza alcun timore reverenziale nei confronti degli avversari (i locali sulla carta svantaggiati in base la classifica ma in campo la  musica è un’altra), fioccano le occasioni con Spadaro imbeccato dal solito Carpo sfiora il gol e due volte con Ciatto imbeccato da Giliberto,  non concretizzano in rete. L’Usclo Pace? Nessuna traccia.Al 70’ l’ episodio chiave della partita: contrasto tra due calciatori con  Zanghi dell’ Usclo che rimane a terra, il gioco non si ferma nessuno butta la palla fuori per soccorrere il giocatore ospite, prima il Mandanici e poi l’Usclo Pace continuano a giocare, Carpo recupera palla e dalla trequarti lascia partire un bolide imprendibile per Maggio che si deve inchinare alla prodezza balistica del  giocatore di casa. Parità che fa scoppiare un parapiglia generale che il sig. De Luca non riesce a controllare,  ma grazie alla collaborazione dei due capitani i tre fanno ritornare un po’ di calma.
Subito il pareggio i ragazzi di mister D’Ascola reagiscono sia con le buone che con le cattive riescono a determinare un esito positivo a proprio favore non facendo uscire più i padroni di casa dalla propria metà campo, costretti alla resa al 84’ quando  Longo  segna su  un’azione viziata da un fallo non fischiato dal direttore di gara, la rete del vantaggio. Nei minuti rimanenti il Mandanici prova a ristabilire la parità  ma gli ospiti fanno buona guardia. Vittoria per  l’Usclo Pace  che continua la rincorsa ai play off, anche se un pareggio sembrava il risultato più giusto.
Dopo Gara: allenatore Mario Carpo – Mandanici: “Partita molto bella. Noi non siamo stati capaci di concretizzare le occasione nel nostro momento migliore, il pareggio sembrava più giusto ma loro sono stati più determinati e a sprazzi superiori. Ho visto cose un po’ strane nell’arbitraggio – sostiene Mario Carpo – . ma questa è la categoria e dobbiamo convivere serenamente. Episodi che si simili che si vedono  in questo periodo anche negli altri campi, tra chi lotta per i play off e chi non ha più nulla da chiedere al campionato, specialmente tra le squadre ioniche quando giocano contro quelle di Messina, spero di sbagliarmi ma come me lo dicono anche altri dirigenti ionici”
Mandanici   1    Usclo Pace  2
Marcatori: 30’ D’Agostino, 70’ Carpo, 84’ Longo.
Mandanici: G. Interdonato, F. Interdonato, Villari, Giliberto, Pino, Urso, Uscenti (73’ Parisi), Carpo, Ciatto (75’ Brigandì), Trimarchi (77’ Pirri), Spadaro. All. Mario Carpo.
Usclo Pace: P. Maggio, Minutoli, Zanghì, Mangraviti, Palmieri (85’ Nunnari), La Spada, D’Agostino, F. Maggio, Venuto, D’Onoraro (80’ Palmieri), Martello (76’ Longo). All. D’Ascola.
Arbitro: De Luca di Messina.