Il Calcio Granitese frena (3-2) la marcia del Gescal. .

Si ferma al Comunale di Graniti, la serie vincente della capolista Gescal superata per 3-2 da un coriaceo Calcio Granitese. Una gara combattuta, vivace, nervosa, giocata colpo su colpo da entrambe le compagini decise a portare a casa l’intera posta in palio. Il risultato  è stato in bilico fino alla fine, un’altalena di reti che alla fine hanno premiato i padroni di casa che hanno cercato con più convinzione la vittoria. A regalare la vittoria al Calcio Granitese, i due  giocatori più rappresentativi della squadra: il bomber Salvatore Brunetto e Gabriele Pagano. Ma non è stato facile vincere contro la corazzata squadra del Presidente Giordano, ben organizzata con una manovra fluida ha cercato di imporre il proprio gioco cercando di uscire con un risultato positivo dal Comunale, contro una diretta rivale per la vittoria finale.
Primo Tempo: La gara si mette subito sui binari favorevoli per la Gescal che dopo 20’ di gioco sblocca il risultato sfruttando un micidiale contropiede iniziato lungo la fascia destra consente all’attaccante messinese Fabrizio Giordano di scoccare il tiro vincente che si insacca alle spalle di Corvaia. Sotto di una rete, i padroni di casa, non di disuniscono, anzi reagiscono prontamente con caparbietà raggiungendo alla mezz’ora il meritato pareggio con Gabriele Pagano  che dal limite dell’area fa partire un perfetto diagonale  che trafigge l’estremo portiere ospite Passaniti. Sulle ali dell’entusiasmo per il pareggio, i locali continuano nella loro offensiva e dopo sette minuti ribaltano il risultato in proprio favore: azione personale di uno scatenato Salvatore Brunetto che fa tutto da solo, si destreggia bene al limite dell’area fatto fuori il diretto avversario fa partire un bolide che si insacca alle spalle dell’incolpevole Passaniti. Con il vantaggio della compagine granitese si conclude la prima frazione di gara.
Secondo Tempo: Al rientro in campo è la capolista Gescal, a dettare il ritmo di gioco alla ricerca del pareggio, con la Granitese accorta a non lasciare spazio ai cecchini messinesi ben domati dai difensori locali, pronta a partire con rapide ripartenze. La gara è piacevole giocata senza esclusione di colpi, a tratti spigolosa, a sprazzi con ottimo gioco. Al 59’ la pressione della Gescal viene premiata dalla rete di Scucchia che risolve in proprio favore una mischia in area granitese, riuscendo a trovare la zampata vincente per beffare Corvaia. Brutto colpo per i padroni di casa, che non demordono, anzi con caparbietà riprendono a macinare gioco, attenti a non farsi sorprendere dalla cinica squadra ospite. Al 80’ il gol-partita della formazione di casa con il capitano Gabriele Pagano che batte per la seconda volta Passaniti con un tiro a volo dal limite dell’area. Gli ultimi minuti di gara sono al cardiopalma ma il risultato finale non cambia.