Quarta Giornata “Torneo delle Regioni”. La Sicilia Juniores niente semifinale.

Si è conclusa la quarta giornata della 49^ edizione della competizione LND del Torneo delle Regioni 2010 in corso di svolgimento in Piemonte – Valle d’Aosta. Dopo due vittorie, nella gara decisivia la compagine siciliana della rappresentativa Juniores è stata sconfitta dal Trentino Alto Adige per 1-0, è dice addio alla semifinale della manifestazione. Nella categoria Giovanissimi,  vittoria della Sicilia 3-0 contro i pari età del Trentino Alto Adige. Vittoria anche della rappresentativa Allievi che supera il Trentino Alto Adige per 2-0.
Tabellini delle tre gare disputate dalle tre rappresentative siciliane:
JUNIORES: SICILIA-TRENTINO ALTO ADIGE 0-1
Varallo Pombia (NO) – La sfida tra gli antipodi d’Italia porge al Trentino Alto Adige il pass per le semifinali con un turno d’anticipo, sbattendo la porta in faccia ad una Sicilia che si era presentata allo scontro al vertice con un ruolino di sole vittorie. Fin troppo rispettose l’una dell’altra, le contendenti hanno dato vita ad un match intenso e combattuto, ma alquanto avaro di emozioni. Una statistica su tutte: 1-0 è stato il punteggio finale, ma anche il computo dei tiri in porta nei 90′. I trentini hanno così capitalizzato al meglio la “magata” di Risatti al quarto d’ora del primo tempo, mentre i siciliani hanno pesantemente smentito il dato che li voleva migliori realizzatori del torneo nella categoria. Eccessivamente prudenti gli assetti di squadra, eccessivamente isolate per pungere le prime punte. Nella ripresa mister Valenti ha cambiato in corsa passando ad un più estroverso 3-4-1-2 nel tentativo di pervenire almeno al pareggio, ma la mossa non ha sortito risultati al cospetto di una difesa e di una mediana trentine decisamente arcigne. A mettersi in mostra, su tutti, l’uomo ovunque Alessio Casagrande, attento interditore della Rotaliana e scuola Sampdoria. Giusto il tempo di scendere in campo e studiarsi a vicenda che il Trentino passa: è il 14′ quando Risatti deposita la sfera alle spalle di Linguaglossa con una stupenda conclusione di destro dalla distanza che toglie le ragnatele dall’incrocio. Difficile a credersi, ma sarà l’unico tiro nello specchio della porta dell’intero match. Ancora nella prima frazione Risatti cerca la doppietta con una progressione sulla sinistra, mentre sul fronte opposto è Scaravilla a concludere alto in girata da centro area. In apertura di ripresa la miglior occasione per la Sicilia, con Anastasi che di testa schiaccia appena a lato su corner di Strano. Gli ingressi in campo di Agazzino e Cannavò permettono ai giallorossi di alzare il baricentro, ma la miglior opportunità nel finale capita agli avversari: Kabilo si invola sulla destra, salta due difensori ed il portiere, ma non trova il tempo giusto per battere a rete. Poco male, la semifinale è per il Trentino è comunque realtà.
TABELLINO: SICILIA (4-4-1-1): Linguaglossa; Tuzzolino (7′ st Agozzino), Puzone, Anastasi, Scaravilla; Pergolizzi, Strano, Erice (16′ st Puglia), Paterniti (8′ st Cannavò); Aperi (27′ st Di Leo); Devola (24′ st Restuccia). A disposizione: Calabretta, Calderone, Fichera, Lo Giudice. All. Valenti.TRENTINO ALTO ADIGE(4-3-1-2): Travaglia; Cobbinah, Brugger, Naletto, Pareti; Gaudio (37′ st Aiello), Bazzanella (31′ st Tondini), Casagrande; Paissan; Fiorella (28′ st Kabilo), Risatti (17′ st Ettahiri). A disposizione: Angeli, Berger, Berteotti, Pramstaller, Tavernini. All. Maran.ARBITRO: Smeraldo di Alessandria.MARCATORI: pt 14′ Risatti.NOTE: Ammoniti Erice, Pergolizzi, Casagrande, Cobbinah e Pareti.
Classifica Girone 4: Trentino Alto Adige* 9, Sicilia* 6, Marche* 4, Calabria 3, Campania* 1  * una gara in meno
GIOVANISSIMI: TRENTINO ALTO ADIGE – SICILIA 0-3  di Alessandro Di Crescenzo
CUREGGIO (NO) – Rotondo successo della selezione insulare sui pari età del Trentino Alto Adige, che per tutta la prima mezz’ora di gioco non riescono nemmeno a mettere il naso nella metà campo avversaria. La Sicilia sviluppa un gran possesso – palla che sortisce i primi effetti già poco dopo il quarto d’ora: calcio d’ angolo di Carbonaro, palla che si inarca in area di rigore e che i difensori trentini non riescono ad intercettare, fino a quando, sul secondo palo, non salta indisturbato Aprile, che appoggia di testa in rete. Sotto di un gol, la squadra di Rech abbozza una timida reazione, che però non si traduce in alcuna nitida occasione da rete. In apertura di ripresa, la Sicilia va vicinissima al 2-0, con il neo – entrato Hrjek che di testa devia in porta, su palla proveniente da calcio d’ angolo: decisivo risulta però l’ intervento in extremis di Mair che smorza ancora in corner. L’ appuntamento col raddoppio è solo rimandato, perché al 10′ la Sicilia è di nuovo in gol: imbeccata dalle retrovie di Spinelli per Bilello che aggancia in corsa, entra in area e fulmina Bonomi con un destro sul secondo palo. Il Trentino Alto Adige accusa il colpo, psicologicamente è annichilito, mentre la Sicilia rischia addirittura di dilagare: al 20′ l’ estremo difensore trentino Bonomi smanaccia sopra la traversa una punizione insidiosa di Bonanno. Sempre su calcio piazzato arriva il 3-0 definitivo della Sicilia: “ricamo” di Bilello che dai 20 metri disegna una traiettoria perfetta, spedendo il pallone all’incrocio dei pali. Nulla da fare per Bonomi e nulla da fare per le tenui speranze di qualificazione dei ragazzi allenati da Vincenzo Rech. A quel punto girandola di sostituzioni da una parte e dall’ altra, che però non mutano il 3-0 maturato.TA
TABELLINO: TRENTINO ALTO ADIGE (4-4-2): Bonomi; Tomasi ( 10’st Seccardelli) De Nicolo’ Parisi (30’st La Torre) Mair (2’st Bojeri); Unterhurner (1’st Karwan) Consolati (30’st Sanoll) Bonetto Beretta (15’st Elmekaoui); Turrini (25’st simboli)Von Pfeil; all Rech Vincenzo; a disp. Kuen Lira. SICILIA (4-3-1-2): Pizzolato; Sardo Guzzardi Licata Tedesco; Carbonaro Mozzicato (17’st Siciliano) Aprile; Bilello (38’st Guercio); Spinelli (17’st Bonanno) Gennarini (1’st Hrajek, 26’st D’ Amico); all. Rizzo Gaetano; a disp. Acquaviva Di Mariano Sorrentino. ARBITRO: Cortese di Novara. MARCATORI: 17′ Aprile, 10’st e 29’st Bilello.
Girone 4 – Classifica: Marche* e Campania* 7, Sicilia* e Calabria 4, Trentino Alto Adige* 0

ALLIEVI: SICILIA-TRENTINO ALTO ADIGE 2-0  di Vito Fanelli.
CUREGGIO (NO) – Vittoria meritata per la Sicilia, superiore al Trentino Alto Adige e vincente nonostante ben due rigori contro entrambi neutralizzati dallo strepitoso Scordino. In cronaca, subito Sicilia in evidenza con un 4-3-3 bello da vedere oltre che efficace. Le prime due palle-gol arrivano al 13′, con Arena che mette a lato da buona posizione, e al 17′, quando Licata pesca un inserimento di Gaglio che fa la barba al palo di sinistro. Sembra che la Sicilia stia per sfondare, invece rischia di andare sotto al 30′: l’arbitro Chiarantino concede un penalty per trattenuta di Frangapane su Cavagna, batte Nicolussi ma la conclusione, troppo lenta, è facile preda di Scordino. Sei minuti più tardi la Sicilia sblocca il risultato con arena, che riceve una sventagliata di Costanzo e infila Golin in diagonale. Nella ripresa i siciliani trovano il raddoppio al 9′: verticalizzazione di Morici per Arena, che invece di tirare pesca l’accorrente Gaglio per un 2-0 festeggiato con tre capriole acrobatiche. Il match sembra chiuso, ma al 20′ ecco un altro rigore per il Trentino procurato da Nicolussi. Stavolta sul dischetto si porta Laimer, il tiro è potente e angolato ma Scordino sfodera un volo da applausi. Un vero colpo di grazia, soprattutto dal punto di vista psicologico, che mette virtualmente fine alla gara con diversi minuti di anticipo.
TABELLINO: SICILIA (4-3-3): Scordino; Puglisi, Fragapane, Capraro (22′ st Di Blasi), Li Greci; Rinaudo (31′ st Francolino), Gaglio (38′ st Di Maggio), Costanzo; Arena, Calì (18′ st Papania), Licata (37′ pt Morici). All. Aiello. TRENTINO ALTO ADIGE (4-4-2): Golin; Trainotti, Faes (21′ st Dossi), Mair (17′ st Casamassima), Wang; Antoniotti, Tait, Ortler (19′ pt Cavagna), Laimer; Nicolussi, Peverotto (10′ st Pontalti). All. Endrighi. ARBITRO: Chiarantano di Novara. MARCATORI: pt 36′ Arena; st 9′ Gaglio. NOTE: ammoniti Calì (S), Capraro (S), Francolino (S), Li Greci (S), Puglisi (S) e Laimer (T).
Girone 4  – Classifica: Campania*, Sicilia* e Calabria 6, Marche* 4, Trentino Alto Adige* 1 * una gara in meno