Torneo delle Regioni: La Sicilia fuori dalle “semifinali”.

Con la quinta giornata si è conclusa la prima fase del Torneo delle Regioni riservato alle categorie Juniores, Giovanissimi e Allievi in programma in Piemonte. Le nostre tre rappresentative hanno concluso i loro rispettivi gironi in seconda posizione, fallendo di un soffio la qualificazione alle semifinali. Il team giallorosso dei Giovanissimi chiude il proprio girone  con una vittoria (1-0) contro le Marche, una vittoria solo di prestigio che consente alla nostra giovane rappresentativa di conquistare la seconda posizione con 7 punti. A qualificarsi per le semifinali la Campania che chiude al primo posto con 10 punti.  Alle semifinali oltre la Campania che sabato 3 Aprile incontrerà la Sardegna, si sono qualificate la Toscana e il Lazio.
Nel torneo Allievi, la formazione siciliana doveva vincere per sperare al passaggio del turno. I ragazzi giallorossi allenati da Aiello non vanno oltre 1-1, che di fatto lascia il pass per le semifinale alla Campania vittoriosa nell’ultima gara. Alla termine del girone eliminatorio, la Sicilia chiude in seconda posizione con 7 punti staccata di due punti dal primo posto.  Nella categoria Allievi si sono qualificate alle semifinali: la Campania che affronterà l’Emilia Romagna, l’altra semifinale vede di fronte Veneto e Lombardia.
Vittoria anche per gli Juniores, a decidere la gara contro le Marche alla fine del primo tempo Agozzino. Una vittoria che per gli consente alla formazione Juniores di accedere alle semifinali mancanti per un solo punto. A passare per prima con 10 punti il Trentino Alto Adige che disputerà le semifinali sabato prossimo.
Tabellini delle tre gare disputate dalle tre rappresentative siciliane:

Juniores: Marche – Sicilia  0-1

CASTELLETTO TICINO – One shot Sicilia. Alla squadra di Valentini basta un tiro in porta per ottenere gli ultimi tre punti del proprio Torneo delle Regioni. Decide al 44′ del primo tempo una punizione di Agozzino, capace di infilare con un missile mancino Agostini sul proprio palo di competenza. Fino a quel momento aveva regnato un sostanziale equilibrio, con un leggero predominio delle Marche che aveva sfiorato in un paio di occasioni anche il vantaggio. Per sfortuna del gruppo di Cremonesi, però, il portierone Calbaretta ha vissuto un giorno in stato di grazio salvando la porta siciliana sia al 24′ quando Trillini era riuscito a intercettare un rischioso retropassaggio di Calderona calciando a botta sicura, sia al 37′ levando dall’incrocio dei pali la punizione dal limite calciata dallo stesso Trillini. La ripresa vive solo di una, evitabile, emozione: l’espulsione di Lovascio al 10′ per un colpo al volto di Fichera. I restanti minuti trascorrono quindi tra qualche colpo proibito di troppo ed il vano tentativo, costante quanto sterile, delle Marche di riacciuffare il pareggio.
Tabellino MARCHE (4-2-3-1): Agostini; Bizzarri (48′ st Renghi), Papa, Squarcia (6′ st Islami), Francescangeli; Fortunati (1′ st Piermattei), Rossi; Tnaja (4′ pt Bucefalo), Balzerani, Trillini (40′ st Roccetti); Lovascio. A disp. Camaioni, Colletta, Nicolosi, Ortolani. All. Cremonesi.
SICILIA (4-3-3): Calabretta; Tuzzolino (6′ st Scaravilla), Fichera, Anastasi (1′ st Puzone), Calderone; Puglia (8′ st Paterniti), Di Leo, Erice; Agozzino (38′ st Strano), Cannavo, Restuccia (14′ st Aperi). A disp. Linguaglossa, Devola, Lo Giudice, Pergolizzi. All. Valentini.
ARBITRO: Berger di Pinerolo.
MARCATORE: pt 44′ Agozzino.
NOTE: espulso Lovascio (10′ st) per comportamento violento.
Girone 4 – Classifica: Trentino Alto Adige 10, Sicilia 9, Marche 4, Calabria 3, Campania 2

Giovanissimi: MARCHE – SICILIA 0-1

VARALLO POMBIA (NO) Vittoria che vale solo per l’onore per la Sicilia, che supera le Marche ma deve inchinarsi al risultato della Campania. Gara a senso unico, con i marchigiani sottotono rispetto ad altre prestazioni e capaci di rendersi pericolosi solo in una circostanza nella ripresa. Al contrario i siciliani giocano e meritano i tre punti grazie ad una supremazia a centrocampo che risulterà decisiva. In apertura gol annullato a Bonanno per fuorigioco poi, nel giro di un paio di minuti, è il portiere delle Marche Osso a superarsi in due occasioni, prima uscendo di pugno per anticipare Hraiech, poi alzando in angolo la pericolosa conclusione di Bonanno. La pressione dei giallorossi, però, ha buon gioco proprio allo scadere, quando Spinelli, favorito da un rimpallo, è bravo a battere il portiere avversario in spaccata. Nonostante da Borgomanero non arrivino notizie confortanti, la Sicilia continua a premere sull’acceleratore con Bonanno che calcia alto da buona posizione. Le Marche si fanno vedere solo con il neo entrato Gili, che non sfrutta il primo pallone toccato mancando la deviazione a pochi metri dalla porta. Ci prova poi Siciliano dalla distanza ma la sua conclusione non centra lo specchio della porta e nel finale arriva la migliore occasione per il raddoppio, Gennarini controlla bene un pallone al limite dell’area, salta un uomo e lascia partire un gran tiro che si spegne alto sopra la traversa. Vittoria comunque salva ma non basta ai siciliani per approdare alle semifinali, per le Marche una prova meno positiva del solito ma che accresce l’esperienza di un gruppo giovane ed interessante.
Tabellino:MARCHE (4-4-2): Osso; Montiel (23′ st Carminucci), Pelitti (23′ pt Curzi), Gasparini (16′ st Vokopola), Montanari; Tinti (30′ st Galeazzi), Procacci, Ciuffetti (15′ st Tozzi), Bramucci (6′ st Bartolucci); Salvatori (10′ st Gili), Liberati. A disp. Di Nardo, Castaldo. All. Palanca.SICILIA (4-4-2): Lo Nardo; Sardo (25′ st Guercio), Acquaviva, Sorrentino, Tedesco; D’Amico (5′ st Mozzicato), Bilello, Carbonaro (38′ st Guzzardi), Siciliano (11′ pt Bonanno); Hraiech (20′ st Gennarini), Spinelli. A disp. Aprile, Di Mariano, Pizzolato, Licata. All. Rizzo.ARBITRO: Biscaldi di Novara.MARCATORE: pt 34′ Spinelli.Girone 4 –  Classifica: Campania 10, Sicilia e Marche 7, Calabria 4, Trentino Alto Adige 0

Allievi: MARCHE – SICILIA 1-1 di Giacomo Baraggioli.

Varallo Pombia (NO) – Un pareggio che scontenta tutti, la Campania sorride e passa alle semifinali. Ce l’ha messa tutta la Sicilia, ma alla fine deve accontentarsi del secondo posto in un girone molto equilibrato. Il rammarico per i ragazzi di Aiello cresce se si elencano tutte le occasioni fallite per portare a casa una vittoria che non sarebbe stata demeritata ma che, soprattutto nella ripresa, i siciliani hanno fatto di tutto per non ottenere. Un po’ appannato il tridente marchigiano, che mostra solo a tratti quanto di buono fatto vedere nel Torneo, questa volta sugli scudi va il portiere Martinelli, decisivo in più circostanze. Dopo una conclusione fallita da Arena, i siciliani passano in vantaggio con il capitano Costanzo, che aggancia un bel pallone e scarica un diagonale imprendibile per il portiere avversario. La gioia della Sicilia aumenta al vantaggio del Trentino, tanto più che le Marche non sembrano avere la tenacia per una rimonta. Prima dell’intervallo Martinelli deve sventare un tentativo di autogol di Bartolucci ed una conclusione dal limite di Cosanzo. Discorso diverso nella ripresa, Scordino è bravo sulla punizione di Magnanelli e sul tiro-cross di Bertotto, ma dopo pochi minuti la Sicilia fallisce il più facile dei gol. Arena lanciato in contropiede salta il portiere avversario, poi si perde in una serie di dribbling e la difesa marchigiana si salva. Chi sbaglia, paga, e le Marche pareggiano con una sassata su punizione di Modica che sorprende Scordino. Nel finale assalto di entrambe le formazioni, ma la contemporanea nvittoria della Campania respinge i sogni di gloria di siciliani e marchigiani.
Tabellino: MARCHE (4-3-3): Martinelli; Mazza (22′ pt Mandolesi (33′ st Mancini)), Bertotto, Verdecchia, Bartolucci; Magnanelli, Carlacchini (11′ st Ordonselli), Muratori (34′ st Lavagnoli); Morelli (11′ st Lucidi), Recanati (24′ st Agostinelli), Manno. A disp. Poli, Paparoni, Tamburrini. All. Galizi.SICILIA (4-3-3): Scordino; Puglisi, Fragapane, Di Blasi, Di Maggio; Francolino (15′ st Rinaudo), Costanzo, Morici; Arena, Papania (1′ st Calì (7′ st Schiavone (34′ st Licata))), Gaglio. A disp. Bonito, Capraro, Caputo, Li Greci, Saraceno. All. Aiello.ARBITRO: Berta di Novara.MARCATORI: pt 23′ Costanzo; st 24′ Modica.NOTE: espulso Modica (30′ st) per somma di ammonizioni.
Girone 4 – Classifica: Campani 9, Sicilia 7, Calabria 6, Marche 5, Trentino Alto Adige 1