Torneo delle Regioni: La Sicilia trionfa nel calcio a 5.

Sul parquet del Palevangelisti è andata in scena un’ora di calcio a 5 per palati fini, uno spettacolo degno della finale del Torneo delle Regioni. L’arrembante Sicilia davanti a una Puglia sontuosa ha fatto sua la coppa dopo una battaglia sportiva di 70’ ma entrambe le squadre non si sono risparmiate facendo capire perché le due compagini sono giunte a questa finale. E’ stato un rincorrersi di emozioni, Puglia avanti due volte con Antonazzo e Vieira (decimo gol nella competizione) raggiunta dai siciliani con Castrogiovanni (ottava rete) e il capitano Lombardo che ha trovato il pareggio quando l’arbitro già aveva il fischietto alla bocca. Ai supplementari ha prevalso l’entusiasmo della Sicilia che ha trovato il gol vittoria con Restivo mentre la Puglia ha accusato il colpo disunendosi e perdendo incisività. Ha vinto il carattere degli isolani sulla tecnica dei pugliesi a cui non è bastato chiudere il primo tempo in vantaggio e giocare il secondo con gli spazi invitanti lasciati dai siciliani alla disperata ricerca del pareggio. I ragazzi di Corsino ci hanno creduto di più, non mollando mai di fronte ad avversari che hanno puntato su una tattica accorta, lucida e quasi vincente se non fosse arrivata la rete della beffa. I pugliesi sempre pericolosi con il duo italo-brasiliano Cainan – Vieira sono mancati nei minuti chiave della gara mentre la Sicilia è rimasta sempre aggrappata alla partita meritandosi i tre gol che hanno permesso alla Rappresentativa di riscattare la semifinale del 2008 e conquistare quella coppa che mancava dal 2003. Presenti sugli spalti diversi rappresentanti del gotha del calcio dilettantistico, il Segretario Generale della LND Massimo Ciaccolini, il Presidente del Cr Umbria Luigi Repace, quello del Cr Sicilia Sandro Morgana, il Presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli e quello della Divisione Calcio Femminile Giancarlo Padovan.
LA GARA : Partenza sprint della Sicilia che aggredisce la Puglia fin dentro l’area avversaria, al 5’ occasionissima per i ragazzi di Corsino con Restivo che non è lesto ad approfittare di una respinta corta del portiere. Passano due minuti e Antonazzo risponde con un fendente deviato di quel tanto che basta per evitare la rete. Il ritmo è alto, le occasioni fioccano, Castrogiovanni scalda le mani a Troiani con una botta forte da fuori area.  Al 10’ sempre Restivo per i siciliani, solo davanti all’estremo difensore pugliese, si fa respingere un tiro a colpo sicuro mentre una girata di Cainan per i pugliesi esce di poco fuori. Tocca poi a Vieira scaldare i guanti di Balistreri con due tiri liberi magistrali, Castrogiovanni risponde con un diagonale velenoso. Al 21’ l’occasione più ghiotta per la Sicilia, Incorvaia imbeccato bene da un pallonetto di Lombardo colpisce il palo con un tocco delizioso. Le occasioni per passare in vantaggio non mancano ad entrambe le squadre ma il risultato non si schioda dallo 0 – 0 fino a quando al 30’ Antonazzo decide di lasciar partire un diagonale che s’insacca all’incrocio dei pali. Nella circostanza il portiere siciliano Balistreri si fa male e deve lasciare il posto a Ribbene. Non c’è tempo per la Sicilia di replicare al vantaggio pugliese, si chiude qui il primo tempo. Nei primi minuti della seconda frazione sembra che il ritmo sia meno incessante e invece in due minuti la gara s’infiamma, la Sicilia al 6’ pareggia con Castrogiovanni lesto a deviare in mischia un pallone vagante, la Puglia non ci sta e due minuti dopo si riporta avanti con Vieira autore di una conclusione liftata irraggiungibile per Ribbene.
La Sicilia cerca subito il pareggio in mischia con Tarantola che devia sul palo esterno un suggerimento di Lombardo. Sempre gli isolani ci provano con Castrogiovanni in due occasioni ma Troiani si fa trovare pronto, break di Cainan che sfiora il montante e Vieira che a porta vuota trova il salvataggio in scivolata di Restivo. Aumenta la pressione dei siciliani, Tarantola serve bene Castrogiovanni che di sinistro sfiora il palo. La Puglia comunque quando viene avanti è sempre pericolosa, Cainan e Vieira ,sempre loro, sfiorano il terzo gol. L’occasione per rimettere tutto in gioco arriva al 24’ ma Lombardo sciupa un invitante tiro libero colpendo debole e male. La porta della Puglia sembra stregata, deviazione miracolosa di Troiani sull’onnipresente Catrogiovanni, palo di Tarantola, mischie in area alleggerite da Cainan e Vieira che trovano recuperi disperati del portiere e di Lombardo. Proprio lui, il capitano e l’anima della squadra, quando tutto sembra compromesso all’ultimo minuto di recupero trova il colpo giusto con la traiettoria che stavolta sorride ai siciliani grazie a due deviazioni fortunate. I tempi regolamentari si chiudono sul 2 – 2, si va ai supplementari. La Puglia accusa il colpo mentre la Sicilia corre sulle ali dell’entusiasmo così l’implacabile legge del gol si palesa anche sul parquet del Palevangelisti, al 5’ del primo tempo supplementare Restivo d’interno gonfia la rete alle spalle di Triano, Sicilia in vantaggio, la prima volta in questo match. Nel secondo tempo Castrogiovanni e Lombardo non sfruttano due tiri liberi ma la Puglia non ne ha più e l’arbitro fischia la fine decretando la quinta vittoria della Sicilia al Torneo delle Regioni.
TABELLINO
PUGLIA – SICILIA 2 – 3 (d.t.s.; 2 – 2 d.t.r.)PUGLIA: Troiani, Antonazzo, Baylan, Valente, Mazzone; Lo Mele, Piazzolla, Cainan Dal Paz, Vieira, Di Benedetto, Masiello, Erragh. All: PannaraleSICILIA:Balistreri, Adamo, Castrogiovanni, Failla, Incorvaia; Lo Presti, Lombardo, Puccio, Ribbene, Restivo, Tarantola All: CorsinoArbitri: Daniele Mancini di Terni e Luca Rosciarelli di Orvieto Marcatori: 30’pt Antonazzo (P), 6’st Castrogiovanni (S), 8’ st Vieira (P), 33’st Lombardo (S), 5’sts Restivo (S)Note:Ammoniti:Tarantola (S), Lombardo (S).Recupero: 1’pt; 3’stAngoli: 6 – 3 per la Sicilia