Recupero: L’Usclo Pace in nove impatta 1-1 con il Letojanni.

Si è disputo lo scorso sabato 3 Aprile il recupero della gara della 21 giornata di campionato di terza categoria – Girone B – tra l’Usclo Pace e il Letojanni. Al termine di una partita emozionante e  combattuta le due compagini si sono divise la posta in palio con il risultato finale di 1-1. La compagine allenata da mister D’Ascola come è capitato spesso in questo campionato, ha regalato i primi 45’ di gara agli avversari, compiendo nella ripresa l’ennesima rimonta della stagione, concludendo la gara in inferiorità numerica per l’espulsione di La Spada e A. Palmieri.
Primo Tempo: I padroni di casa scendono in campo senza il portierone Piero Maggio, egregiamente sostituito dal vice Parisi nell’incontro contro la capolista Letojanni. Partono subito forte gli ospiti che imbrigliano l’Usclo Pace che sembra una brutta copia della squadra spumeggiante vista nel corso del campionato. La compagine letojannese collezione due palle gol che vengono sventate dall’ottimo Parisi, con i ragazzi dello stratega incapaci di reagire alle offensive avversarie. Un atteggiamento che costa caro ai padroni di casa che nell’unica disattenzione difensiva consentono ai letojannesi di passare in vantaggio con un preciso pallonetto del “vecchietto” Franco Sgroi che insacca alle spalle di un incerto Parisi. Sotto di una rete, l’Usclo Pace accusa il colpo con il Letojanni che sembra padrone del campo chiudendo in vantaggio la prima frazione di  gara.
Secondo Tempo: Alla ripresa del gioco, mister D’Ascola dopo aver strigliato i propri ragazzi, lascia negli spogliatoi F. Maggio e Palmieri al loro posto Longo e Venuto. La strigliata di mister D’Ascola sembra aver svegliato dal torpore i padroni di casa che iniziano a macinare gioco chiudendo nella loro metà campo la compagine letojannese. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Donato, il bomber Michele De Tommasi si fa trovare al posto giusto al momento giusto, insaccando alle spalle del portiere ospite la palla del pareggio. Il gol galvanizza i padroni di casa che credono nella vittoria, allora mister ‘Ascola effettua un cambio tattico inserendo D’Agostino che dà più spinta sulla fascia. Proprio il nuovo entrato ad avere sui piedi la palla del 2-1, a tu per tu con il portiere ospite sbaglia concludendo addosso al numero uno. Il Letojanni è alle corde, ma quando l’Usclo Pace è al massimo della spinta arriva la prima doccia fredda: l’espulsione di La Spada, reo secondo l’arbitro di aver scalciato un’avversario ( forse andavano espulsi entrambi, in quanto uno ha provocato l’altro a reagito alla provocazione). La decisione del direttore di gara, provoca una serie di discussioni tra i giocatori in campo, con il  risultato che a farne le spese sono ancora una volta i padroni di casa che subiscono la seconda espulsione, a lasciare il campo è stato A. Palmieri. Ritornata la calma, l’Usclo Pace nonostante in nove uomini riesce a controllare la gara fino al termine senza mai rischiare nulla.
Partita dai due volti quella della squadra di mister D’Ascola: primo tempo da dimenticare con una ripresa autoritaria. Certo che le due ingenuità di La Spada e A. Palmieri hanno pregiudicato una gara che poteva finire con una vittoria per i padroni di casa. Mister D’Ascola ha molto da lavorare sia sul piano psicologico che su quello dell’approccio alla gara, in vista delle prossime gare in cui l’Usclo Pace è chiamato ad una serie di scontri diretti che diranno di che pasta è fatta la compagine rivierasca.