Con un gol di Mangraviti, l’Usclo Pace supera il Ciumaredda.

Al Campo Rogazionisti di Messina si è disputato il match clou della 24 esima giornata del campionato sempre più equilibrato del girone B della terza categoria. Sul rettangolo di gioco si sono affrontati l’Usclo pace e il Ciumaredda che hanno concluso il match con il risultato di 2-1 per i padroni di casa. Primo Tempo: Nonostante le assenze dall’una e dall’altra compagnine si è assistiti ad un incontro vivace e pieno di occasioni. Gara subito combattuta a centrocampo con i ragazzi di mister D’Ascola padroni del campo per buona parte del primo tempo con le occasioni create dagli attacanti De Tommasi e D’Agostino che esaltano il portiere ospite Rosani. L’equilibrio della gara lo spezza una punizione di D’Agostino che trova solo in area il centrocampista Francesco Maggio che riesce a colpire di testa ed insaccare l’incolpevole portiere ospite. Subito il gol la formazione ospite del Ciumaredda non si demoralizza e riesce a concretizzare l’unica occasione del primo tempo procurandosi abilmente un rigore ineccepibile procurato da Zanghì e trasformato, con un preciso tiro angolato, da Alessandro Moschella dove non arriva il portiere Pietro Maggio. Secondo Tempo: Dopo la strigliata per la leggerezza commessa dai ragazzi di Mister D’Ascola, l’Usclo Pace entra in campo con nuova grinta e inanella una serie di occasioni da rete che non riesce a concretizzare per ben due volte con il solo Donato che si fa ipnotizzare dal portiere Rosani. Il Ciumaredda si rende pericoloso sulle ripartenze con gli attaccanti che riescono ad arrivare ai sedici metri senza riuscire ad avere una mira precisa. Ma nonostante la partita sembra andare sul binario del pareggio a quindici minuti dal termine risulta decisivo il tap-in dell’esperto centrocampista Mangraviti che segna il raddoppio e fa esultare tutti i tifosi accorsi sulle tribune del campo sportivo. Da segnalare subito dopo il gol uno spiacevole episodio antisportivo di cui è rimasto vittima il bomber De Tommasi che ha ricevuto un pestone in pieno volto da un giocatore avversario sicuramente frustato dall’eccessiva foga messa in campo fino a quel momento. L’episodio non è sfuggito all’arbitro che lo ha espulso dal campo. Dopo sintomi di nervosismo la gara si conclude con 6 minuti di recupero, vedendo festeggiare i padroni di casa che continuano la loro marcia verso la vetta della classifica e dall’altra parte un Ciumaredda gagliardo ma con limiti di concretizzazione rispetto alle opportunità create. Gara non cattiva ma contraddistinta da ammonizioni discutibili come a Bardetta per simulazione ( inesistente a detta dei più) e a Donato per proteste.
Usclo Pace     2      Ciumaredda  1
Marcatori: 34’ Francesco Maggio, 40’ A. Moschella su rigore, 79’ Mangraviti.
Usclo Pace: Maggio, Zanghì P. (59’ Martello), Palmieri, Durante, Cacciola, Longo, Maggio F. (68’ Bardetta), Mangraviti, Donato, D’Agostino, De Tommasi (80’ D’Ascola M.).Ciumaredda: Rosani, Spadaro M., D’Agostino, Santoro, Ferraro, Pizzolo, Ragusa, Fleri, La Giudce L., Lo Giudice E., Moschella