Il bomber Marco Calì: un goleador da 109 reti

Non è da tutti mettere a segno sette reti in una sola partita. Ci è riuscito l’attaccante del Letojanni – Marco Calì – nell’incontro disputato contro il  fanalino di coda  Chianchitta lo scorso  27 marzo, nella gara valevole per la 23° giornata  del campionato di Terza Categoria – Girone B.  Protagonista in assoluto della gara  vinta dal Letojanni con il punteggio di 10-1 – il bomber Marco Calì  – soprannominato dai suoi fan “Re Leone”. Il ventiquattrenne  attaccante taorminese alto 1.70 con un peso forma di 67 kg, con il suo “magico” piede  destro ha realizzato finora 109 reti, l’ultimo domenica scorsa contro il Giardini. Un attaccante dal gol facile, senza alcuna distinzione di categoria: dalla Terza categoria alla Promozione. Nella sua giovane carriera da calciatore – Marco Calì – ha indossato cinque casacche (2002/03 Giardini; dal 2003/2005 Robur; 2005/06 Desport Gaggi: 2006/2009 Trappitello; 2009/10 Letojanni) lasciando sempre il suo marchio da goleador.
– Marco che sensazione si prova dopo aver segnato sette reti in una solo gara? “Senza dubbio una bella sensazione, anche perchè non capita spesso di segnare 7 reti in una sola partita per quanto facile sia, una felicità da condividere con i compagni di squadra che mi hanno assistito al meglio”
– Nella tua carriera calcistica, ti era successo di segnare molti gol in una sola gara? “Mi è capitato di segnare massimo 4 reti con il Trappitello nella gara contro la RussoCalcio, poi qualche tripletta e molte doppiette”
– Il gol più bello? Nella gara Messana –Trappitello: parto dal centrocampo supero 5 avversari  in velocità e  beffando il portiere con un cucchiaio.”- La rete più importante? “Lo scorso anno nei quarti di finale di Coppa Sicilia nella gara tra il Trappitello- Montemaggiore finita  1-0 un gol  che ci ha permesso di approdare alle semifinali”.
– Marco, un momento felice per te e per la tua squadra. Il tuo obiettivo è vincere la classifica marcatori e il  campionato? “Sicuramente il mio obbiettivo è quello di vincere il campionato, alla classifica marcatori non ci penso, se poi verrà anche quella tanto meglio,visto che potrebbe essere la mia quinta promozione consecutiva (una con la Desport Gaggi e   tre con il Trappitello).
”- Quanti gol hai segnato nella tua  carriera. Il tuo record stagionale? “Ho segnato 109 reti (1 Giardini,  20 Robur,  24 Desport Gaggi,  45 Trappitello  e in questa stagione 19 con il Letojanni). Il mio record stagionale con la Desport Gaggi con  24 reti. Praticamente dalla Promozione alla Terza categoria ho segnato in tutte le categorie(mi manca solo l’Eccellenza)”.
– Il tuo passato è legato al Trappitello: un periodo fantastico? “Assolutamente si, è una maglia che ancora oggi mi sento cucito addosso e alla dalla quale conservo magnifici ricordi, sicuramente la società più seria e professionale in cui ho militato,con la quale ho conquistato 3 promozioni in tre anni, con l’anno scorso la soddisfazione più grande ottenere il salto nel campionato di Promozione nello spareggio play-off con la fascia di capitano”.
– Tu hai indossato la maglia della Desport Gaggi? una tappa importante della tua carriera calcistica?“Si ho giocato nella Desport ottenendo il salto il Seconda Categoria. Più che la breve parentesi di Gaggi, la mia tappa fondamentale della mia carriera è  stato senza dubbio mister Giancarlo Fichera che mi ha migliorato tantissimo un grande allenatore e  un professionista serio, e poi aver giocato con giocatori del calibro di Graziano Peri e Santino Torre c’era solo da imparare”.
– Ad inizio stagione hai iniziato appunto con la Desport in Prima Categoria. A Dicembre la tua decisione di scendere di categoria. Un passo indietro o una scelta motivata? “All’inizio ero entusiasta di questa avventura poi venivo da un infortunio serio (pubalgia) e non mi sono ambientato questo mi ha portato cambiare aria. La Terza Categoria non lo ritengo un passo indietro, anche perchè in Promozione per motivi di lavoro non potevo sostenere 4 allenamenti settimanali”
.- Ormai siamo nel clou del campionato. Il Letojanni è in piena lotta. Chi sono i rivali più accreditati per la vittoria finale? “Sicuramente sarà una lotta tra noi il Gescal è il Graniti.   Noi  c’è la metteremo tutta anche se dovremmo fare a meno causa un brutto infortunio del nostro libero Giovanni Pedale a cui faccio un grosso in bocca al lupo e credo che la promozione si deciderà all’ultima giornata”.