Promozione storica per l’Antillese: per la prima volta in 1° categoria.

L’Antillese si aggiudica la finale play-off contro la Robur Letojanni è per la prima volta approda in Prima Categoria. Dopo un’emozionante lotteria di tiri di rigore, ad esultare sono stati i ragazzi di mister Guglielmo Mastroeni, di contro la delusione per la compagine letojannese di mister Giovanni Ruggeri. A consegnare la “Prima Categoria” all’allenatore – Presidente Guglielmo Mastroeni, il figlio Giampiero che mette in rete il pallone dell’apoteosi che fa esplodere di gioia un’intera tifoseria accorsa numerosa a sostenere i propri beniamini.
Una vittoria storica per il calcio antillese forse irripetibile ma meritata per la Società guidata dal Presidente tutto fare Guglielmo Mastroeni che lo ripaga dei tanti sacrifici sostenuti, insieme al suo fido direttore sportivo – Nino Bartolotta – con l’unico obiettivo lavorare e far crescere  in un ambiente sano  con la pratica dello sport i giovani antillesi. Un percorso iniziato da alcuni anni, forticato dall’arrivo di alcuni giocatori liminesi su tutti i cugini Marwin ed Kevin Costa, con un impresa sfiorata nella passata stagione, ma maturata domenica scorsa davanti al proprio pubblico, dal dischetto dal giovane Gianpiero che ha calciato un pallone spinto dalla forza di una tifoseria presente sugli spalti del vetusto Comunale “C. Smiroldo”, alle spalle del portiere ex liminese Antonio Saglimbeni – che nulla può per impedire di far toccare le stelle ad un paese che si è stretto intorno alla squadra.  
La cronaca: la gara si è conclusa sul punteggio di 0-0, proseguita con l’identico risultato al termine dei due tempi supplementari, decisa dalla lotteria dei tiri di rigore. Sin dalle prime battute la gara è stata emozionante con le due formazioni  che si sono date battaglie con rapidi capovolgimenti di fronte. Nonostante lo 0-0 al termine dei 90’ i veri protagonisti dell’incontro sono stati  i due portieri Alessio Muscolino  e Antonio  Saglimbeni  che hanno risposto alla grande ai tentativi degli attaccanti. In apertura di gara, dopo sei minuti l’Antillese crea due palle-gol, la più nitida quella di Gianpiero Mastroeni che tira a botta sicura a portiere battuto, ma sulla linea un difensore letojannese salva la propria porta dalla capitolazione. La Robur molto sprecona si rende in più di un occasione protagonista, deve recitare  il mea- culpa  per aver  sprecato le diverse opportunità da rete . L’Antillese ha giocato badando a non scoprirsi con Marvin Costa unica punta finito nella morsa degli arcigni difensori ospiti. La Robur paga per la pessima mira del già citato Lo Re, ma anche di Ucchino che al 35’ del secondo tempo ha avuto un’altra grandissima occasione.

La seguenza dei tiri di rigore:

(Robur)            parato –   0-0

K. Costa           (Antillese)        parato –   0-0
Riccobene        (Robur)            gol   –      1-0
M. Costa          (Antillese)        fuori –      1-0
(Robur)           errore –     1-0
Di Pietro           (Antillese)       gol –         1-1
Donato             (Robur)           gol –        2-1
Crupi                (Antillse)        gol –         2-2
(Robur)           errore –     2-2
Lo Giudice C.        (Antillese)  parato –     2-2
Intelisano               (Robur)       gol –        3-2
Marinacci               (Antillese)  gol –        3-3
Prestia                   (Robur)        gol  –     4-3
S. Mastroeni          (Antillese)  gol –        4-4
A. Saglimbeni        (Robur)      parato –   4-4
Gianp. Mastroeni   (Antillese)  gol –         5-4


Tabellino
Antillese – Robur 5 – 4 dopo i tiri di rigore
Antillese: Muscolino, Marinacci, Lo Giudice C., Mastroeni Gianp., Crupi, Di Pietro, K. Costa, Mastroeni Gianni (39’ Mastroeni Sam.), M. Costa, A. Paratore (55’ Restifo), Bongiorno. All. Guglielmo Mastroeni.
Robur: Saglimbeni, Intelisano, Smiroldo Greg. (75’ Cucè), Donato, Riccobene, Raneri, Lo Turco, Smiroldo On. , Ucchino, T. Paratore (75’ Prestia). All. Giovanni Ruggeri.
Ammoniti: Marinacci, K. Costa, G. Mastroeni, M. Costa e Bongiorno (Antillese), Intilisano, Riccobene, Lo Turco, O. Smiroldo, Lo Re, Donato.
Arbitro: Di Giovanni di Acireale