Il Gescal fermato (1-1) nella tana di un caparbio Motta.

Clamoroso in quel di Motta: la corazzata della Gescal nel momento decisivo del campionato si fa imbrigliare sul punteggio di parità da una combattiva e generosa formazione del Motta che costringe i ragazzi di mister Giordano alla lotteria dei play-off. Una prova caparbia quella della formazione di casa che scesa in campo con la  giusta concentrazione, grinta e cuore le  uniche  arme per mettere in difficoltà i più quotati avversari che forse non si aspettavano un Motta determinato intenzionato a chiudere davanti ai propri tifosi un campionato non esaltante con una vittoria di prestigio.
La vittoria non è arrivata ma strappare un punto a 90’ dal termine ad una squadra in piena lotta promozione (facendo indirettamente un favore ai cugini della Granitese) li ripaga dei sacrifici e della serietà dimostrata dal gruppo per tutto l’intero campionato che fa ben sperare per il futuro. La Gescal? I ragazzi di mister Giordano molto probabilmente hanno  sbagliato l’approccio alla gara, forse troppi sicuri del proprio potenziale tecnico ma allo stesso tempo sorpresi dell’atteggiamento del Motta che con serietà ha giocato la sua onesta gara, certamente non da ultima giornata di campionato.
Forse il gol del vantaggio dei padroni di casa ha influito nella prestazione della Gescal che con il passare di minuti  si rendeva conto dell’impossibilità di avere vita facile. Una giornata storta raddrizzata subito da Peditto, poi nonostante il forcing continuo, una serie di calci di punizioni e calci d’angolo, soprattutto la vena dell’esperto veterano Peppe Monte decisivo in più di una circostanza. Al triplice fischio finale entusiasmo nelle file del Motta, amarezza e delusione per i ragazzi di Giordano che adesso dovranno affrontare la lotteria dei play-off  sul proprio campo ad iniziare con l’altra messinese del Riviera Sud.
La partita: Sin dalle prime battute la gara è stata combattuta con gli ospiti subito in avanti con il Motta costretto sulla difensiva ma pronto a partire in contropiede. Proprio in un’azione di rimessa il Motta sblocca il risultato: protagonisti il duo Calabrò – Cosentino. L’ex giocatore granitese Sebastiano Calabrò servito da un passaggio filtrante di Fabio Caruso supera il diretto avversario appena in area fa partire un tiro a volo di sinistro che trova la pronta risposta di Passaniti che riesce a deviare la sfera sul palo con la palla che ritorna in campo dove si butta come un falco Diego Cosentino che mette in fondo alla rete per il vantaggio del Motta.
Il gol galvanizza i giocatori mottesi che lottano su ogni pallone, il Gescal reagisce prontamente riuscendo a raddrizzare il risultato grazie ad una prodezza da fuori del solito Peditto che trafigge l’incolpevole Monte. Raggiunta la parità il Gescal cerca con insistenza il gol del vantaggio ci prova con Andreacchio, Fabrizio Giordano e Peditto ma trovano sulla propria strada il portiere Monte che al 26’, 29’ e 39’si oppone con bravura. Certamente il Motta non stava a guardare ispirato dalla vena del centrocampista Calabrò cerca di colpire in contropiede.
Nella  ripresa la musica non cambia con il Gescal proiettato in avanti con i padroni di casa a resistere alle giocate a turno dei vari attaccanti che non riuscivano a trovare il  guizzo vincente o per troppa precipitazione o per la bravura di Monte. Mister Giordano tenta altra soluzioni per sbloccare il risultato dentro Ammo, Scucchia e Coppolino, una squadra completamente offensiva ma il risultato rimane inchiodato sul punteggio di 1-1, nonostante che gli ultimi 20’ venivano giocati in superiorità numerica per l’espulsione del giocatore di casa Caruso per doppia ammonizione.
Motta    1    Asd  Gescal   1
Marcatori: 13’ Cosentino, 23’ Peditto.
Motta: Monte, Lando, Currò (34’ Lo Giudice), Caruso, Mannino, Donato, Calabrò, Dom. Tatì (10’ Di Salvo), Cosentino (85’ Costanzo), DTatì D., Cundari. All. Mannino
Asd Gescal: Passaniti, Giordano D., D’Orazio, Lo Presti (65’ Ammo), Scucchia S. (73’ Scucchia A.), Totaro, Peditto (86’ Coppollino), Acquaviva, Andreacchio, Carrozza, Giordano F. All. Giordano.
Espulso: Caruso per doppia ammonizione.
Arbitro: Calapai di Messina