Impianti sportivi inadeguati. Le Società di S. Teresa sono in difficoltà.

Malgrado qualche ritocco, gli impianti sportivi della cittadina jonica continuano a rimanere inadeguati per le diverse società dei campionati di calcio, pallavolo, basket e tennis, creando disagi. Con tre squadre di calcio (Sportinsieme, Ciumaredda e Sparagonà), una di pallavolo (Volley S. Teresa), un sodalizio di pallacanestro (Astamura), un team di tennis (Tennis Club Junior) e un settore giovanile quotato, Santa Teresa di Riva è uno dei paesi della Jonica più impegnati nel settore agonistico. Gli impianti sportivi, però, non riescono a soddisfare le esigenze dei giovani.
Il campo di calcio di Bucalo, malgrado il recente salto in Promozione dello Sportinsieme, rimane privo di agibilità; il Palasport e il campo di tennis, siti nelle adiacenze dello stadio, non sono, certamente, all’altezza di un paese di oltre 10mila abitanti.
Da anni, purtroppo, si spendono euro e si fanno promesse, da parte delle Amministrazioni che si sono succedute al Palazzo di città, per quanto riguarda l’agibilità del campo di calcio, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ovviamente, i dirigenti delle compagini santateresine attendono che, finalmente, possa registrarsi un’inversione di tendenza.