Rally dei Nebrodi: dolce amaro per la Scuderia S.G.B. Rallye.

Bicchiere mezzo pieno alla 18 edizione del Rally dei Nebrodi dove dei 4 portacolori della scuderia nebroidea solo 2 sono riusciti a vedere il traguardo finale. Una gara molto dura e selettiva quella andata in scena lo scorso 26 e 27 Giugno sui monti nebrodi, infatti delle 87 vetture partite sabato sera solo 48 sono saliti sul palco d’arrivo.
Agostino Biondo in coppia con Cono Sinagra a bordo della sua fida Renault Clio Williams FN3 hanno dovuto lottare contro i capricci della vettura e solo grazie alle doti di guida del pilota di San Piero Patti ha concluso la gara con un ottimo secondo posto di classe e gruppo a soli 3 secondi dal primo. Resta il rammarico di aver condotto la gara fino alla penultima prova speciale, dove a causa di un concorrente raggiunto in prova perdevano secondo preziosi.
Buona anche la prestazione di Giuseppe Schepisi che ben coadiuvato da Antonio Pittella per la prima volta alla guida di una Renault New Clio R3C ha fatto registrare ottimi tempi chiudendo al quarto posto di classe e gruppo, prestazione influenzata anche per loro da noie meccaniche. Da segnalare anche il positivo ritorno del navigatore Antonio Pittella che dopo la sosta forzata causa incidente di gara torna finalmente operativo.
Traditi da un piccolo inconveniente durante un trasferimento Renato La Spada e Luigi Severino, il distacco di un tubo della benzina ha costretto i due ad una prolungata sosta per riparare il guasto della loro Peugeot 205 Gti di classe FA6 una volta ripartiti sono arrivati fuori tempo massimo al controllo orario successivo. Positivo comunque il ritorno del pilota librizzese alle corse dopo quasi un decennio di sosta, infatti fino al ritiro occupa la seconda posizione di classe.
Ritiro amaro anche per il giovane pilota Davide Ardiri che in coppia con Daniele Prestipino mentre si trovava in prima posizione di classe e gruppo è stato tradito da un cedimento meccanico della sua Renault Clio Williams. Resta comunque la soddisfazione di aver fatto registrate dei tempi da assoluto sulle prova speciale Sant’Angelo, la sua prova di casa.
Da segnalare anche le prove dei navigatori della scuderia: Carmelo Passaniti in coppia con Giuseppe Canduci è salito sul terzo gradino del podio della combattuta classe FN3 a bordo di una Renault 5 Gtturbo.
Terzo posto anche per Tonino Sinagra in coppia con An in coppia con Enzo Smiriglia e Ivan Vercelli navigatore di Giovanni Catania entrambi per problemi meccanici.